Vandali alle Vallette bufera su Luca Beatrice

  • TORINO

TORINO «Ci sarebbe davvero da discutere seriamente. Le #lucidartista vandalizzate e distrutte alle Vallette. Per decenni sono state rispettate e amate dai torinesi. Ora a qualcuno per puro spirito demagogico è venuto in mente di portarle in periferia. Ci sono luoghi dove la bellezza e la cultura non arrivano; vanno lasciati al loro triste destino». Con queste parole, pubblicate ieri su Facebook, Luca Beatrice, noto curatore d’arte e presidente del Circolo dei lettori torinese, si è attirato una ridda di polemiche.

La vicenda è nota: lo scorso fine settimana alcuni vandali hanno distrutto le installazioni luminose allestite in piazza Montale. Le frasi di Beatrice sono state subito deplorate dal Movimento 5 Stelle: «Parole incompatibili con il suo ruolo alla guida di un ente che percepisce lauti finanziamenti regionali, e che denotano una visione elitaria della cultura, confinata nei soliti salotti bene torinesi. Non bastano le scuse, l’assessora regionale Antonella Parigi chieda subito le dimissioni di Beatrice», hanno dichiarato i consiglieri regionali pentastellati Francesca Frediani e Davide Bono. La stessa Parigi ha bollato le frasi di Beatrice come «parole a vanvera», auspicando le sue scuse. In giornata la sindaca Chiara Appendino si era detta rammaricata per il raid vandalico: «Una beffa, oltre che un danno per l’intera città».

METRO

Articoli Correlati

La Schellino vicesindaca Maggioranza ricomposta

Appendino parla di clima di condivisione. Il test lunedì

Pollicino via dal M5SLa “conta” decisiva

La maggioranza della Appendino perde un pezzo. Montanari vaticina una città «inchiodata». Il caso Motovelodromo

Appendino di fronteai malumori dei 5 stelle

Giovedì la “conta” nella maggioranza. Poi, lunedì, il banco di prova sul motovelodromo. Levy torna sull'addio del Salone dell'Auto