Auto: a Tokyo il futuro è all'idrogeno

  • Auto

AUTO L’altra faccia del futuro dell’auto. Non si è fatta attendere la “risposta” delle Case giapponesi alla sfida lanciata dai brand tedeschi al Salone di Francoforte. L’occasione è stata la 45a edizione del Tokyo Motor Show che da oggi fino al 5 novembre si svolge nella capitale del Paese del Sol Levante. Se però i tedeschi dell’auto hanno deciso di puntare sull’elettrico per l’auto del futuro, i giapponesi sembrano più propensi a soluzioni più ampie. Tre le Case più esposte in quella che potrebbe diventare la sfida dei prossimi anni, c’è Toyota che dopo aver inventato l’ibrido punta ora sull’idrogeno come la soluzione più estrema per le auto di domani. E ha presentato a Tokyo un monovolume ad idrogeno, il Fine Comfort Ride in grado di garantire 1000 di km di autonomia. Honda, invece, sperimenta tutte le formule di alimentazione ecosostenibile, l’ibrido, l'idrogeno, ma anche l’elettrico con un piccolo coupè da utilizzarsi anche in città, lo Sports EV che ne conferma la vocazione sportiva. Nissan, infine, è concentrata sull’elettrico e dopo il debutto della nuova Leaf ne amplia l’offerta con la variante sportiva Nismo e un crossover anticipato come concept la IMx che sarà in prospettiva un'alternativa elettrica al Qashqai "termico".

CORRADO CANALI

Articoli Correlati

Supra, sportiva e non soloIl ritorno dopo 17 anni

Sono passati 17 anni da quando l’ultima Supra è uscita di produzione, ma la nuova che si presenta è il risultato di un progetto condiviso con BMW

Cambia l’ammiraglia BMWecco la nuova Serie 7

La nuova 7 guadagna 2,2 cm in lunghezza, mentre larghezza e altezza restano invariate

Il Jimny diventa pick-up?Per ora resta una idea

Due concept progettate per offrire del "suvvino" di Suzuki altrettante destinazioni d’uso: il pick-up e l’off-road più estremo