Condannato Achille Soldi di Fnm per spese personali

  • Milano

MILANO L'ex presidente di Ferrovie Nord Norberto Achille è stato condannato a 2 anni e 8 mesi di carcere nel processo col rito abbreviato in cui era  accusato di peculato e truffa. In una lettera al giudice Achille aveva ammesso i fatti contestati: «Sono colpevole, ho subito ammesso i fatti e questa vicenda mi crea vergogna e imbarazzo». Secondo l’accusa il manager ha distratto dalla società, partecipata da Regione Lombardia e da Ferrovie dello Stato, 429mila euro, per fini personali suoi e dei suoi familiari, la moglie e due figli. Sul conto della società erano finite spese per utenze telefoniche di moglie e figli, scommesse sportive, pay tv, uso improprio dell’auto aziendale.  A denunciare le spese pazze di Achille era stato il funzionario Andrea Franzoso, poi spinto a dimettersi.  AGI/METRO

Articoli Correlati

"Anch’io sono stata una richiedente asilo"

La lezione della senatrice a vita davanti ai ragazzi alla Scala: «Non esistono le razze»

Le periferie blues di Folco Orselli

Il cantante lancia un progetto di integrazione. "Conosciamoci, per abbattere i pregiudizi che generano paura", dice. Con lui Il Terzo Segreto di Satira

Tassista-eroe fermato il pirata

È un operaio 26enne che quella notte guidava ubriaco. Quando è stato fermato, otto ore dopo l'incidente, non ha mostrato alcun cenno di pentimento