«Pm10 alle stelle spegnete i caloriferi»

  • Milano/Smog

AMBIENTE «Noi stiamo cercando di dare il buon esempio e, a parte nelle scuole, negli uffici comunali non accenderemo» i termosifoni. Così ieri il sindaco Sala, commentando il quinto giorno consecutivo di Pm10 oltre la soglia di 50 mg/m³, ha invitato i Milanesi a non accendere i riscaldamenti. «Faccio un appello a tutti a non accenderli, visto che è prevista una temperatura ancora alta» nei prossimi giorni. 
Un invito più che giustificato, visti i dati delle centraline dell’Arpa che sabato hanno registrato 91 mg/m³ in Largo Augusto, 89 in via Senato, 83 in via Pascal. 
Così tra oggi e domani scatteranno i nuovi blocchi per i veicoli più inquinanti. Alcuni riguarderanno tutta la Lombardia - rientrando nelle misure temporanee previste dall'accordo di programma del Bacino Padano adottato il 9 giugno da Lombardia, Piemonte, Veneto, Emilia-Romagna -, altri solo l’Area C milanese. 
Da domani quindi stop ai  Diesel Euro 4 per trasporto persone in tutta la regione da lunedì a domenica dalle 8.30 alle 18.30 e dalle 8.30 alle 12.30 agli Euro 3 per trasporto merci. È inoltre obbligatorio ridurre di un grado la temperatura all'interno delle abitazioni. 
Da oggi invece Area C sarà per sempre off limits per tutti i diesel Euro 0, 1, 2, 3 ed Euro 4 senza Fap (“diesel leggeri”). In vigore anche le nuove tariffe per bus turistici e Ncc superiori a 9 posti: i veicoli fino a 8 metri pagheranno 40 euro; quelli fino a 10,50 metri, 65 euro; quelli oltre i 10,50 metri, 100 euro. METRO

Articoli Correlati

Il Pm10 oltre i limitiscatta blocco degli Euro 4

Le polveri sottili per 12 giorni oltre quota 50 mg/m³ fanno scattare il livello 2 dei blocchi previsti previste dall’Accordo di programma

Sala a Parigi per il climaIntanto il Pm10 concede una tregua

Il sindaco posta foto dalla Network C40 Cities «sessione di lavoro operativa», dice. Intanto scendono (poco) le polveri sottili

Smog, il Comunedichiara guerra ai diesel

Le polveri sottili raddoppiano i valori e l’assessore Granelli rilancia la nuova Area C a febbraio per i veicoli più inquinanti