Con il piano di Bollani l’anticipo di Roma Jazz Fest

  • Roma/Musica

ROMA  Anteprima del “Roma Jazz Festival” domenica alle 21 al Parco della Musica. La quarantunesima edizione della storica rassegna romana, che si aprirà ufficialmente il 5 novembre, sarà idealmente aperta nella sala Santa Cecilia da Stefano Bollani, uno dei più eclettici e talentuosi musicisti della scena jazz contemporanea.

Il pianista, nato a Milano ma cresciuto a Firenze, sarà  per l'occasione sul palcoscenico con un concerto per piano solo, un live senza scaletta nè programma, nel quale prevale l'arte dell'improvvisazione. 

Un viaggio attraverso orizzonti musicali solo apparentemente distanti è quello che Bollani propone, mettendo insieme in un caleidoscopio di suoni e melodie Bach e i Beatles, Stravinskij e la musica brasiliana. 

Alla fine del concerto sarà il pubblico a decidere il bis: Bollani eseguirà sul momento i pezzi richiesti, un medley imprevedibile in cui il virtosismo si mescola all'irriverenza.

Ad inaugurare invece il festival vero e proprio sarà il 5 novembre il concerto del sestetto di Chick Corea e Steve Gadd, due assoluti protagonisti della storia della musica degli ultimi 40 anni. 

Sul palco del festival saliranno poi, fra gli altri, Mulatu Astatke & Steps Ahead Band, Omar Sosa, Dayme Arocena.

Annullato invece, a causa di un'influenza virale che ha colpito la cantante, il previsto concerto di Diana Krall, una delle due anteprime della rassegna. Info: 0680241281.

STEFANO MILIONI

 

Articoli Correlati

Ghali in concertotra musica e teatro

Domani sarà sul palco del Palalottomatica

Buongiorno Italia, arriva il trap di Jesto

Stasera salirà sul palco dell’Orion di Ciampino

L'opera di Bernstein apre Nuova Consonanza

“Trouble in Tahiti” inaugura domenica alle 19 la 55esima edizione del festival al Palladium