Con il piano di Bollani l’anticipo di Roma Jazz Fest

  • Roma/Musica

ROMA  Anteprima del “Roma Jazz Festival” domenica alle 21 al Parco della Musica. La quarantunesima edizione della storica rassegna romana, che si aprirà ufficialmente il 5 novembre, sarà idealmente aperta nella sala Santa Cecilia da Stefano Bollani, uno dei più eclettici e talentuosi musicisti della scena jazz contemporanea.

Il pianista, nato a Milano ma cresciuto a Firenze, sarà  per l'occasione sul palcoscenico con un concerto per piano solo, un live senza scaletta nè programma, nel quale prevale l'arte dell'improvvisazione. 

Un viaggio attraverso orizzonti musicali solo apparentemente distanti è quello che Bollani propone, mettendo insieme in un caleidoscopio di suoni e melodie Bach e i Beatles, Stravinskij e la musica brasiliana. 

Alla fine del concerto sarà il pubblico a decidere il bis: Bollani eseguirà sul momento i pezzi richiesti, un medley imprevedibile in cui il virtosismo si mescola all'irriverenza.

Ad inaugurare invece il festival vero e proprio sarà il 5 novembre il concerto del sestetto di Chick Corea e Steve Gadd, due assoluti protagonisti della storia della musica degli ultimi 40 anni. 

Sul palco del festival saliranno poi, fra gli altri, Mulatu Astatke & Steps Ahead Band, Omar Sosa, Dayme Arocena.

Annullato invece, a causa di un'influenza virale che ha colpito la cantante, il previsto concerto di Diana Krall, una delle due anteprime della rassegna. Info: 0680241281.

STEFANO MILIONI

 

Articoli Correlati

Emilio Stella sul palco per “Retape”

Giovedì al Parco della Musica eseguirà i brani tratti dall’ultimo album “Suonato”

Il Palalottomatica fa il pieno di musica

Calcutta inaugura i live del 2019 il 5 febbraio. Seguiranno, fra gli altri, Emma, Negramaro e Fedez

«Lavorare con Chico è un gran regalo»

Susanna Stivali presenta il cd “Caro Chico” per il quale ha collaborato e cantato con Buarque