Campus e biblioteche per Torino Esposizioni

  • TORINO

TORINO Un progetto atteso dalla città da almeno sei anni. Entra nel vivo il piano per  la riqualificazione di Torino Esposizioni. Nell’edificio, che si affaccia su corso Massimo alle porte del parco del Valentino, troveranno spazio il nuovo campus del Politecnico di Torino, per gli studenti di Architettura e Design, e la biblioteca civica.

Lo studio di fattibilità è affidato al raggruppamento temporaneo Icis S.r.l che comprende, fra gli altri, Isolarchitetti, l’architetto di fama internazionale Rafael Moneo e Iren Servizi e Innovazione. Il progetto, che vede il Politecnico stanziare per la sua parte 30 milioni di euro, prevede la realizzazione nei padiglioni Morandi e 3B di aule, sale studio, laboratori di didattica e ricerca, atelier e uffici. Nel Padiglione Nervi invece è prevista la biblioteca civica. L’idea è quella di un ripensamento di tutta l’area, con nuove pedonalizzazioni nel parco, un grande viale, nuove piazze urbane e ampi spazi verdi.

Lo studio di fattibilità deve essere completato in 45 giorni per dare il via al progetto definitivo e esecutivo. L’ingresso degli studenti nel nuovo campus è previsto nel 2021. Per il vicesindaco e assessore all’Urbanistica della Città di Torino, Guido Montanari, il progetto rappresenta «un nuovo tassello in quella visione di Torino città universitaria a cui teniamo molto».

SIMONA LORENZETTI

Articoli Correlati

La Schellino vicesindaca Maggioranza ricomposta

Appendino parla di clima di condivisione. Il test lunedì

Pollicino via dal M5SLa “conta” decisiva

La maggioranza della Appendino perde un pezzo. Montanari vaticina una città «inchiodata». Il caso Motovelodromo

Appendino di fronteai malumori dei 5 stelle

Giovedì la “conta” nella maggioranza. Poi, lunedì, il banco di prova sul motovelodromo. Levy torna sull'addio del Salone dell'Auto