Kušej firma la regia del Pulitzer Ayad Akthtar

  • Torino/Teatro

TORINO La libertà di parola, la correttezza politica, gli scontri interculturali, l’arrivismo e il bisogno di sentirsi integrati. Tutti temi attualissimi che convivono in “Disgraced (Dis-Crimini)”, il testo di Ayad Akhtar, vincitore del Premio Pulitzer 2013, scelto per inaugurare, da stasera al 29 ottobre al Teatro Carignano, la stagione 2017-2018 del Teatro Stabile di Torino - Teatro Nazionale.

Una nuova produzione molto attesa che vede schierati, con la regia di Martin Kušej, uno dei più importanti registi europei sia nella prosa sia nell’opera lirica, un quintetto d’attori d’eccellenza composto da Paolo Pierobon, Anna Della Rosa, Fausto Russo Alesi, Astrid Meloni ed Elia Tapognani.

Toccherà a loro dar vita a questo atto unico, dramma fortemente contemporaneo, che, nella tormentata cornice dell’America, posta a simbolo del mondo occidentale post 11 settembre, mostra e denuncia i pericoli e i limiti di una società segnata dalle discriminazioni e da un crescente razzismo.

Il protagonista della vicenda è Amir, un avvocato di successo, intimamente combattuto tra le sue due identità: è nato in una famiglia musulmana, ma è cresciuto e si è formato negli Stati Uniti. Al suo fianco ci sarà Emily, una sofisticata pittrice newyorchese, affascinata dalla cultura islamica (Info: teatrostabiletorino.it). 

ANTONIO GARBISA

Articoli Correlati

Barba/Varley senza l’Odin per Samsa-Gleijeses

Prima nazionale all’Astra stasera per “Una giornata qualunque del danzatore Gregorio Samsa”

I casi umani di Pintus destinati a estinguersi

Angelo Pintus da venerdì al 31 dicembre sarà al Teatro Colosseo con il suo nuovo spettacolo

Il Pirandello di Dini sfida Luis Buñuel

In prima nazionale al Carignano l’atteso “Cosi è (se vi pare)” con Battiston e la Paiato