Legge su abusivismo verso binario morto

  • Case/Abusivismo

ROMA Dopo quasi quattro anni e mezzo, si conclude l’iter del provvedimento sull’abusivismo. Ma si conclude come? Con l’attuale calendario oggi dovrebbero cominciare le votazioni sulla legge che prevede che le costruzioni abusive non siano da considerare tutte uguali: andrà redatta una sorta di classifica, di graduatoria che indica quelle da demolire subito e quelle che, invece, possono aspettare. A giorni quindi potrebbe arrivare il via libera definitivo. Ma sul testo pesano le forti critiche del mondo ambientalista, dell’area di sinistra e di una larga fetta del Pd, a cominciare dal presidente della commissione Ambiente, Ermete Realacci. Le voci dicono quindi che oggi il Pd chiederà il rinvio dell’esame del provvedimento, il che a fine legislatura vuol dire quasi certamente il suo affossamento. Dopo numerose modifiche nel corso dell’iter parlamentare iniziatonel 2013, fu con il terremoto che ha colpito Ischia a fine estate che è riesplosa la polemica sull’abusivismo edilizio e sull'opportunità di approvare una legge che, a dire di Mdp e Sinistra italiana, rappresenterebbe «un condono permanente». 
Mentre la polemica politica resta accesa su molti temi - a partire dai prossimi voti sul Def e sulla Legge di Stabilità per cui al Senato occorrerà la maggioranza assoluta - ieri il Consiglio dei Ministri si è riunito approvando diversi provvedimenti. Tra questi un nuovo sistema di tutela dei minori nella visione di opere cinematografiche e audiovisive, ispirato «ai princìpi di libertà e di responsabilità». Il nuovo sistema abolisce «la possibilità di vera e propria censura dell’opera. Non è infatti più previsto il divieto assoluto di uscita in sala di un opera, né l’uscita condizionata a tagli o modifiche della pellicola». Approvato anche il “Programma di azione biennale per la promozione dei diritti e dell’integrazione delle persone con disabilità”.

METRO

Articoli Correlati
Case/Abusivismo

Abusivismo,nuovi criteri

La Commissione Giustizia ha approvato due emendamenti per la demolizione di manufatti abusivi