Una mostra e un concerto nel nome di Toscanini

  • Milano/Mostre

MILANO Nel 1933 Hitler scrisse a Toscanini pregandolo di dirigere il festival di Bauyreuth, nonostante avesse già rifiutato. Il direttore non cambiò idea. La lettera del Cancelliere, non ancora il più grande criminale del ‘900, è uno dei memorabilia esposti alla mostra che si inaugura domani alle 19 all’Archivio di Stato, nella seconda giornata del convegno su Arturo Toscanini per 150 anni dalla nascita, che si tiene tra Parma (oggi) e Milano (domani), organizzato dai rispettivi conservatori.

Molti i temi affrontati da esperti internazionali, tra i quali  l’impegno civile di Toscanini e il suo rapporto con il fascismo fino all’autoesilio. 

Alle 20,30 concerto conclusivo con le liriche da camera all’Archivio di Stato . Info. www.consmilano.it/ 

METRO

Articoli Correlati

Pieno d’arte con Miart e Art Week

Dal 13 al 15 aprile la Fiera Internazionale di Arte Moderna e Contemporanea nei padiglioni di Fieramilanocity. Dal 9 al via “Art Week”

Esselunga: la mostra per i primi 60 anni

Da mercoledì il tuffo virtuale nella storia del più famoso supermercato d’Italia