I ritmi ipnotici di Tony Allen e Jeff Mills

  • Roma/Musica

ROMA  Due grandi protagonisti della scena musicale contemporanea domenica alle 21 al Parco della Musica. Il “RomaEuropa Festival” ospiterà uno degli eventi più attesi dell'edizione 2017, vale a dire il concerto che vedrà insieme sul palco Tony Allen, batterista che ha contribuito a diffondere in tutto il mondo il suono dell'afrobeat, e Jeff Mills, uno dei pionieri della cosiddetta Detroit Techno.

Definito da Brian Eno «il miglior batterista di tutti i tempi», Allen ha contaminato i gusti musicali di tutto il mondo con la vitalità e la forza primordiale dei suoi ritmi. Ha inciso più di 50 dischi con Fela Kuti, padre indiscusso dell'afrobeat, e intrapreso un'ininterrotta ricerca anche verso altri orizzonti musicali, collaborando con artisti come Damon Albarn e Paul Simonon dei Clash. È reduce in questi giorni dalla collaborazione al nuovo disco di Jovanotti, che lo ha presentato come uno dei suoi eroi. 

Pilastro della club culture e della musica elettronica è anche Jeff Mills, sperimentatore e ideatore di progetti ibridi che vanno dalla classica all'elettronica al pop. Il filo rosso che unisce le loro due esperienze è la voglia di sperimentare e mettersi sempre in gioco: lo faranno anche nel concerto di domenica, una jam session in salsa techno dai ritmi ipnotici e forsennati. 

STEFANO MILIONI

Articoli Correlati

Ghali in concertotra musica e teatro

Domani sarà sul palco del Palalottomatica

Buongiorno Italia, arriva il trap di Jesto

Stasera salirà sul palco dell’Orion di Ciampino

L'opera di Bernstein apre Nuova Consonanza

“Trouble in Tahiti” inaugura domenica alle 19 la 55esima edizione del festival al Palladium