Ecco #iosprecozero, sarà distribuito nelle piazze

  • spreco alimentare

Non un manuale o un vademecum, ma un compagno quotidiano per imparare a ridurre gli sprechi: è questo il leitmotiv di “#iosprecozero”, il libro realizzato dalla Comunità Papa Giovanni XXIII (Apg23), fondata da don Oreste Benzi nel 1968, che verrà distribuito il 23 e 24 settembre in 1.000 piazze italiane nel corso dell'evento solidale Un pasto al giorno. Sessanta pagine – stampate rigorosamente su carta 100% riciclata – ricche di idee, spunti, consigli, best practice e testimonianze che rappresentano una guida utile e pratica per combattere gli sprechi nell'impresa quotidiana di restituire il giusto valore alle cose della vita: “Sprecare significa letteralmente ‘mandare in malora’ – si legge infatti nell'introduzione – ogni volta che sprechiamo, mandiamo in malora un bel po’ del futuro di tutti”.

Le ricette e i consigli. Si parte, dunque, con lo spreco di cibo: le bucce degli ortaggi, ad esempio, nella maggior parte dei casi finiscono nella pattumiera dell'umido. Stessa cosa per gli avanzi del pasto del giorno precedente: quante volte vengono riutilizzati? Nella prima parte di #iosprecozero”, 10 ricette che riutilizzano ciò che solitamente si butta via, da quelle più tradizionali a quelle più ardite per chi ha voglia di sperimentare, sapranno indirizzare il lettore in una scelta gastronomica più consapevole. Stomaci deboli? Niente paura: nel libro sono contenuti anche 10 consigli per imparare un utilizzo alternativo degli scarti alimentari, riciclandoli per uso domestico o beauty.

Sprechi. Gli sprechi, però, non riguardano solo il cibo: sono tanti gli ambiti che nel libro vengono affrontati per costruire un percorso volto all’utilizzo consapevole di quelli che vengono comunemente considerati scarti in ogni ambito del quotidiano. Nel secondo capitolo, infatti, si affronta lo spreco di oggetti: benché il concetto di riciclo sia entrato da tempo nelle abitudini degli italiani, si gettano via ancora troppe cose perché non servono più o non piacciono più, per rimpiazzare una versione più avanzata o perché non si ha abbastanza spazio. Anche in questo caso “#iosprecozero” viene in aiuto, suggerendo esempi virtuosi dai quali prendere spunto per ricordarci il valore delle cose che abbiamo. Nella terza sezione si parla dello spreco di risorse: sapevate che per rigenerare quel che l'uomo consuma in un anno, occorre un anno e mezzo? Il libro si spinge un po’ più in là, a suggerire che forse anche il nostro tempo può finire vittima dello spreco, quando non lo usiamo al meglio.

Mille piazze. Il libro verrà distribuito in circa 1.000 piazze d'Italia (per info e dettagli è possibile consultare il sito www.unpastoalgiorno.org) il 23 e 24 settembre nel corso di Un pasto al giorno a chiunque si fermerà nelle postazioni e sceglierà di sostenere, con qualunque donazione, l'impegno della Comunità in favore di chi soffre. Chi volesse partecipare all’iniziativa collaterale per la divulgazione sul web potrà scattare una fotografia e postarla su Facebook o Instagram utilizzando #unpastoalgiorno2017 e #iosprecozero, gli hashtag ufficiali dell’evento: un ulteriore strumento per fare passaparola in rete e sostenere i progetti portati avanti dalla Comunità in 40 Paesi del mondo.

A Roma e a Milano.  Il 23 e 24 settembre a Piazza di Santa Maria in Trastevere a Roma, e tra via dell’Arcivescovado e Piazza del Duomo a Milano, appuntamento con i volontari di Un pasto al giorno. In cambio di un'offerta libera, verrà distribuito #iosprecozero, un libro di 60 pagine ricco di idee, spunti, consigli e best practice per combattere gli sprechi di tutti i tipi: alimentari, di oggetti, di energia, di tempo.  La sera del 23, inoltre, i volontari della Comunità, organizzeranno un’uscita di strada per incontrare i senza fissa dimora del centro di Milano. L’appuntamento è nella basilica di Piazza San Babila alle 20.30 e chiunque potrà partecipare alla “camminata solidale” - detta “del Pasquirolo”, dal nome della chiesa di Milano in cui tutto ebbe inizio - che attraverserà i portici e le gallerie di corso Vittorio Emanuele e del centro del capoluogo meneghino, per incontrare chi di notte cerca riparo davanti alle vetrine dei negozi più alla moda. 

Articoli Correlati
spreco alimentare

Spreco, 10 consigliin un libro “solidale”

Il 22 e il 23 settembre verrà distribuito a iniziativa “Un pasto al giorno”
spreco alimentare

Il negozio senza prezziPaghi, ma solo se puoi

In Canada il primo supermercato al mondo dove paghi “quello che puoi”. Anche zero