I giovani sognano un lavoro digitale

  • Giovani e lavoro

LAVORO Non più astronauti e calciatori ma tantomeno avvocati, ingegneri e giornalisti. I giovani italiani il loro futuro lavorativo lo sognano in digitale. In un periodo in cui l’Italia si trova al terzo posto in Europa dopo Grecia e Spagna per disoccupazione giovanile (fonte Eurostat), il 52% dei giovani ritiene che siano le cosiddette professioni del web ad essere più ambite. In cima alle preferenze social media manager (59%), esperti Seo (46%), analisti (41%) ed esperti di e-commerce (36%), soprattutto perché per accedere al mercato del lavoro vengono riscontrate diverse difficoltà: da un ricambio generazionale lento (35%) a un sistema percepito come vecchio (32%) e non in grado di innovarsi (37%).
Lo sostiene uno studio promosso dal Sanpellegrino Campus condotto con metodologia Woa (web opinion analysis) su circa 2.000 giovani - studenti e studentesse tra i 18 e i 30 anni - attraverso un monitoraggio sui principali social network, siti internet e community dedicate, per indagare le loro aspettative nei confronti del mondo del lavoro.
Ad appassionare maggiormente sono le cosiddette professioni digitali, desiderate dal 63% dei monitorati. Il web ha infatti aperto più strade chei giovani sono pronti a batterere: social e content manager, Seo, analista, sviluppatore, e.commerce. Non mancano poi quanti sognano di diventare degli influencer (38%) - ovvero personaggi che tramite blog, instagram, youtube e tutto il resto “dettano” le regole di ciò che è più cool, cavalcando così dei trend che stanno cambiando sempre di più il rapporto tra aziende e consumatori.
Anche nelle professioni più tradizionali, i giovani sono ispirati soprattutto dai format televisivi: chef stellati (36%), interior  designer (34%); meccanici super accessoriati per il restauro di auto e moto d’epoca (24%).

I LAVORI

Social media manager Il 59% dei giovani si augura di diventare un social media o content manager. Si tratta di lavorare nella gestione creativa dei contenuti per profili e pagine social di aziende (47%) o personaggi pubblici (52%).

Esperti di Seo Il 46% con capacitàpiù tecniche ambisce a diventare esperti di Seo. Il lavoro serve ad aiutare le aziende ad indicizzare i propri siti internet sui motori di ricerca per essere trovate più facilmente dagli utenti.

Sviluppatori Il 43% dei giovani ha l’obiettivo o la speranza di sviluppare app o aprire siti di successo.

Analisti Quanti guardano all’economia puntano a diventare analisti (il 41%). Figure strategiche molto ricercate, capaci di studiare gli andamenti dei mercati grazie alle loro competenze informatiche e matematiche. 

E.commerce Non mancano quanti (36%) vogliono dedicarsi alle nuove modalità di commercio online.

O.BA.

Articoli Correlati
Giovani e lavoro

Scuola-lavoro, è onlineil Registro delle imprese

Sul web il punto di i contro fra i ragazzi che frequentano il triennio conclusivo di un istituto tecnico e di un liceo e le imprese italiane
Giovani e lavoro

Infermieri, boomdi richieste Oltremanica

Crescono le opportunità di lavoro per i giovani specializzati italiani. Orienta seleziona 250 profili. La vera difficoltà? La lingua inglese
Giovani e lavoro

Il lavoro un miraggio per i laureati italiani

Dossier Ocse “Education at glance”: in Italia più lavoratori tra i diplomati. Nel 2014 solo il 62% dei laureati era occupato