Fidanzato 17enne confessa: «Ho ucciso io Noemi»

  • femminicidi

LECCE È stato il fidanzato 17enne di Noemi Durini a uccidere la studentessa 16enne scomparsa da Specchia, nel leccese, il 3 settembre scorso. Il ragazzo, che è indagato per omicidio volontario, ha indicato agli inquirenti il posto dove aveva nascosto il cadavere. Con lui è indagato per omicidio volontario anche il padre di 41 anni. Sul suo profilo Facebook, Noemi il 23 agosto aveva pubblicato una foto di una giovane con il viso pieno di lividi e la mano di un uomo che le chiude la bocca, accompagnata da queste parole: «Non è amore se ti fa male, non è amore se ti controlla, non è amore se non rispetta la tua volontà». Intanto un uomo è ricercato nel veronese dopo che, durante una lite familiare, ha aggredito la moglie - da cui è separato - con un’ascia e l’ha ferita a un braccio.

METRO

Articoli Correlati

«Noemi è statalasciata da sola»

Il ministro della Giustizia Orlando chiede agli ispettori di verificare perchè siano cadute nel nulla le denunce presentate dalla madre della studentessa

Femminicidio, punital’inerzia dei pm

Non diedero peso alle 12 denunce presentate da una donna di Messina contro il marito violento, che poi la uccise in strada a coltellate nel 2007

Tre donne accoltellateda due mariti lasciati

A Ortona e a Camisano Vicentino femminicidi a coltellate con separazioni in corso