Una stazione per le bici con il progetto Prepair

  • TORINO

TORINO Una bici stazione per favorire la ciclabilità urbana e studiarne i flussi di traffico, uno strumento di geo-tracking e un bike-navigator per creare una App con i percorsi ciclabili regionali e informazioni sul cicloturismo. Sono solo alcuni dei progetti messi in campo dal Comune di Torino nell’ambito del progetto europeo Prepair, che vede il capoluogo piemontese fra le città campione insieme con altre del bacino padano.

In programma c’è anche un’azione dimostrativa per la riconversione dei mezzi pubblici da diesel a elettrici, o la razionalizzazione della logistica merci urbana e periurbana basata sul modello della domanda del trasporto merci in città legato alle dimensioni di negozi e uffici. «Prepair sarà l’occasione per costruire un tavolo tra le città metropolitane della pianura padana – spiega l’assessora ai Trasporti Maria Lapietra - per affrontare in modo congiunto e strutturato la costruzione di un piano antismog per gli anni futuri».

Tutte le azioni del progetto saranno coordinate con la Direzione Ambiente della Regione Piemonte e per la Città di Torino l’investimento Ue è di 323 mila euro su un budget complessivo di 546 mila euro. E intanto sabato comincia la Settimana Europea dedicata alla Sostenibilità. Tra le iniziative in programma la domenica ecologica, il 17 settembre. La Giunta ha deciso che non verrà bloccato completamente il traffico: lo stop alle auto, dalle 10 alle 18, riguarderà solo la Ztl centrale e alcune altre aree della città che verranno definite volta per volta insieme alle Circoscrizioni.

SIMONA LORENZETTI

Articoli Correlati

Rifiuti in fiammeè già record nel 2018

Sono sette, quanti tutti quelli del 2015

Il sindaco Appendino al pranzo “Arcobaleno”

«C’è bisogno di tutelare i diritti e tanti oggi non sono ancora tutelati», ha spiegato ieri in diretta su Facebook

Agenzia delle EntrateArrestati tre "furbetti"

I dipendenti degli uffici torinesi percepivano indennità per missioni mai effettuate