Ai mondiali di Budapest gli azzurri strappano un bronzo

  • Nuoto

NUOTO  Le acque del Lago di Balaton, venerate dagli ungheresi e attrazione per i turisti, regalano la medaglia di bronzo all’Italia del fondo ai Mondiali di nuoto di Budapest nella staffetta 4x1250 mixed. È il terzo alloro per gli azzurri in questo Mondiale dopo  l’argento di Mario Sanzullo (5 km) e il bronzo di Arianna Bridi (10 km): si tratta appunto del bronzo nella 5 chilometri di fondo a squadre mista. Il quartetto azzurro composto da Rachele Bruni, Giulia Gabbrielleschi, Federico Vanelli e lo stesso Sanzullo, ha chiuso al terzo posto dietro a Francia, oro, e Usa, argento. I transalpini (Cassignol, Fontaine, Muller, Olivier) hanno condotto in 54’05”90 precedendo di 12.20 gli americani (Casey, Twichell, Anderson, Wilimovsky) e di 25’10” gli azzurri. Lontana di 11’90” l’Australia. Per l’Italia una medaglia figlia di una scelta tattica tanto rischiosa quanto perfetta: Bruni e Gabbrielleschi al via e poi Vanelli e Sanzullo - allievi di Emanuele Sacchi e  compagni d’allenamento a Roma - a riprendere gli avversari poco per  volta. 
METRO

Articoli Correlati

Tania Cagnottoultimi tuffi a Torino

La leggendaria campionessa chiuderà la carriera in maggio nella città dove è nato suo padre, ai Campionati Assoluti Indoor

Mondiali di nuotoPaltrinieri “solo” d'argento

L'Italia torna a casa con sette medaglie (1 oro, 4 argenti e 2 bronzi), superando lo score di Doha 2014

Bentornata FedericaOro ai mondiali sui 200 stile libero

incredibile prestazione nei 200 sl, la sua specialità. La campionessa ha trionfato con 1’51’’73, surclassando in rimonta Katinka Hosszu