Gilpin: Con Glow nei mitici Anni ‘80

  • Betty Gilpin/Glow

TELEVISIONE A metà degli Anni ’80, un gruppo di attrici alla disperata ricerca di un ingaggio divennero icone del wrestling in uno show Tv chiamato GLOW. Il canale digitale Netflix ospita la loro intrigante storia in una serie spumeggiante che racconta come una manciata di donne dalle chiome laccate, il trucco esagerato e i costumi sgambatissimi diventarono simbolo di forza e indipendenza femminili. Protagonista di GLOW assieme ad Alison Brie, l’attrice di Nurse Jackie e Masters of Sex Betty Gilpin.

Com’è approdata al ruolo di Debbie?
Ero già stata nel cast di Nurse Jackie e le produttrici di GLOW – Liz Flahive e Carly Mensch – che sono le stesse di quella serie, mi hanno arruolata. Mi hanno conquistata con l’atmosfera da loro creata sul set, del tipo “Siamo al lavoro ma siamo qui per divertirci”.

Chi è il suo personaggio?
Debbie è una donna insoddisfatta. Un’ex star delle soap che rimasta incinta ha mollato tutto per diventare una mamma casalinga. All’inizio è convinta di vivere una vita felice in questa sorta di bolla che si è creata, ma poi capirà che la sua vita è tutta sbagliata e molto solitaria.

Com’è la relazione con Ruth?
Ruth è la sua migliore amica che cerca ancora di sfondare come attrice, interpretata dalla meravigliosa, perfetta e talentosa Alison Brie. Grazie al lei finirà del mondo del wrestling femminile e la sua vita ne verrà completamente rivoluzionata. Vedrete!

Ci parli dell’ambientazione Anni ’80.
Senz’altro è stato intrigante viverla. Nella serie ho un figlio piccolo e sono circondata da oggetti che oggi non esistano più perché considerati pericolosi per i bambini. Mi ha fatto riflettere.

 

LORENZA NEGRI