Con la spending review trenta miliardi di risparmio

  • Spending review

roma  La spending review ha funzionato e ha consentito risparmi strutturali per quasi 30 miliardi nel 2017, che saliranno a 31,5 miliardi nel 2018. A fornire la cifre è la relazione annuale del Commissario straordinario alla Revisione della spesa, Yoram Gutgeld. «Faccio appello al governo in carica, e a quello che verrà, a non mollare la presa, ci vuole tempo per raggiungere i risultati», ha detto Gutgeld. «Noi», ha aggiunto, "abbiamo beneficiato di una stabilità di tre anni di governo. Il lavoro sugli acquisti è iniziato ad aprile 2014 e ha cominciato a dare risultati due anni dopo e i risultati veri e grandi li darà nei prossimi anni». L’ammontare della spesa pubblica su cui si è concentrata la spending review è pari a 368 miliardi di euro nel 2016. Per contenere il costo del personale, lo strumento utilizzato è stato il blocco del turnover differenziato per diverse funzioni. La misura ha prodotto nel triennio 2013-2016 una riduzione degli organici della pubblica amministrazione, al netto della scuola, di circa 84 mila unità. «Il nostro orizzonte - ha precisato il presidente del Consiglio, Paolo Gentiloni - il nostro traguardo, non è quello dei tagli e basta, ma è quello dell’efficienza». 

Debito pubblico
Intanto un rapporto sulla struttura del debito pubblico nei diversi Paesi Ue pubblicato da Eurostat e riferito al 2016 ha fato emergere che il 67,2% del debito pubblico italiano è detenuto nei portafogli delle istituzioni finanziarie e dei privati residenti in Italia. Quanto alla durata dei titoli, l’Italia è al quarto posto per quota di titoli a breve scadenza. Per quanto riguarda il tipo di debito, i titoli rappresentano in Italia l’84% del totale.

METRO

Articoli Correlati
Spending review

Legge di Stabilità dimezzaspese informatiche Pa

La denuncia di Confindustria Digitale: speriamo sia una svista, altrimenti si negano tutte le promesse di sviluppo, innovazione e trasparenza
Spending review

Verzaschi: i vitalizivanno rivisti...

Intervista all'ex consigliere della Regione Lazio che prende 1.400 euro di stipendio e 4.500 di vitalizio.
Spending review

Carlo Cottarelli se ne vama io lo rimpiangerò

Il commento di Francesco Facchini