Foreign fighter nell'ultimo libro di Barbieri

  • Libri

Intrecci, colpi di scena, e un foreign fighter con una missione da compiere. Sull'affascinante palcoscenico di Palermo. Ha molto a che fare con la cronaca l'ultimo libro di Carlo Barbieri, "La difesa del bufalo" (edito da Flaccovio), che sarà presentato, con l'intervento di Mariano Sabatini, presso Ibs+Libraccio Roma (in via Nazionale 254/255) il 22 giugno alle  18. 

Tensione e suspense. Il nuovo giallo, dalle scene e dai ritmi di un film, è ricco di crescente tensione ma anche di tenerezza e umorismo. In primo piano è la Palermo estiva e colorata nei giorni in cui si prepara alla grande festa in onore della Santa patrona, il Festino. Ma questo non sarà un anno come gli altri: secondo i servizi segreti, è in preparazione un attentato suicida di matrice islamica. La cosa deve essere tenuta estremamente riservata, e tra i pochi che ne vengono informati vi è il commissario Francesco Mancuso della Omicidi, a cui la notizia condiziona immediatamente la vita professionale e privata. Lavorando su un caso di routine a Ballarò, Mancuso si troverà ad essere il protagonista decisivo in una vicenda che accelererà rapidamente verso una partita a due con un inatteso finale al calor bianco.

Palermo e Roma. Scrittore “tardivo” come altri siciliani, Carlo Barbieri ha vissuto a Palermo, Catania, Teheran, Il Cairo. Adesso abita fra Roma e Palermo, perché ha Palermo nel cuore, ma il cuore a Roma dove risiede il figlio sposato. Secondo una definizione cara a Camilleri è quindi un “siciliano di mare aperto”; ma, precisa l’interessato, “con una lunga gomena che mi ha sempre tenuto legato alla mia terra”. Barbieri è autore di sette libri, di cui cinque gialli; l’ultimo, appunto “La difesa del bufalo”, ha al centro il ritorno di un foreign fighter in Italia con una missione suicida. Il protagonista dei thriller, gli ultimi tre dei quali pubblicati da Dario Flaccovio, è il commissario Mancuso della Omicidi di Palermo, poliziotto umano e imbranato con le donne, maniaco del caffè e dello streetfood. Uno che il lavoro non se lo va a cercare, ma se un caso lo coinvolge diventa un mastino, un vero sbirro. Le opere di Barbieri sono state premiate in numerose manifestazioni, fra le quali il Festival Giallo Garda e i Premi Città di Torino, Città di Sassari, Città di Cattolica, Umberto Domina. 

Articoli Correlati

Il Sud saprà stupircigrazie ai talenti e al web

In un libro collettivo curato da Antonio Carnevale luci e ombre di un pezzo d'Italia

"Ecco la ricettaper la felicità"

L'ultimo libro di Alessandra Hropich

Ascoltarsi e condividereper stare bene insieme

La tecnica della mindfullness secondo lo psicoterapeuta Attilio Piazza