Effetto piazza San Carlo Stretta sugli alcolici

  • TORINO

TORINO Da questa sera fino al prossimo 30 settembre, a partire dalle 20, nelle zone della movida torinese, San Salvario, piazza Vittorio Veneto e Vanchiglia, sarà vietato vendere alcolici e superalcolici da asporto. A deciderlo la sindaca Chiara Appendino, con un’ordinanza che arriva dopo le polemiche per gli incidenti avvenuti in piazza San Carlo durante la finale di Champions League.

Non solo: Il divieto coinvolgerà anche i prossimi grandi eventi. E si comincia dal Salone dell’Auto di Torino, in corso in questi giorni al Parco del Valentino. Prefettura ed amministrazione torinese hanno assunto questo provvedimento con un’apposita ordinanza «allo scopo di evitare, - si dice - per le migliaia di persone che fino a domenica visiteranno il Salone, rischi causati dalla presenza di contenitori vuoti e infranti abbandonati al suolo». Negli spazi espositivi del Salone dell’Auto sarà dunque unicamente consentita la commercializzazione e il consumo di prodotti contenuti in bicchieri di plastica leggera o di carta.

E mentre continuano a infuriare le polemiche, sul fronte giudiziario si continua a lavorare per capire le eventuali responsabilità. Al momento nessuno dei 1550 feriti ha presentato querela per le lesioni subite, ma si profilano cause collettive su iniziativa delle associazione dei consumatori, a cominciare dal Codacons.

SIMONA LORENZETTI

Articoli Correlati

Piazza BaldisseraCaos senza fine

Una task force di esperti tenterà di risolvere gli ingorghi nel quadrante nord di Torino

Un vademecumcontro il sessismo

Violenza di genere, il piano di contrasto del Comune

Natale, strisce bluanche nei festivi

Il Comune: più bus navette gratis. Critica Confesercenti