Effetto piazza San Carlo Stretta sugli alcolici

  • TORINO

TORINO Da questa sera fino al prossimo 30 settembre, a partire dalle 20, nelle zone della movida torinese, San Salvario, piazza Vittorio Veneto e Vanchiglia, sarà vietato vendere alcolici e superalcolici da asporto. A deciderlo la sindaca Chiara Appendino, con un’ordinanza che arriva dopo le polemiche per gli incidenti avvenuti in piazza San Carlo durante la finale di Champions League.

Non solo: Il divieto coinvolgerà anche i prossimi grandi eventi. E si comincia dal Salone dell’Auto di Torino, in corso in questi giorni al Parco del Valentino. Prefettura ed amministrazione torinese hanno assunto questo provvedimento con un’apposita ordinanza «allo scopo di evitare, - si dice - per le migliaia di persone che fino a domenica visiteranno il Salone, rischi causati dalla presenza di contenitori vuoti e infranti abbandonati al suolo». Negli spazi espositivi del Salone dell’Auto sarà dunque unicamente consentita la commercializzazione e il consumo di prodotti contenuti in bicchieri di plastica leggera o di carta.

E mentre continuano a infuriare le polemiche, sul fronte giudiziario si continua a lavorare per capire le eventuali responsabilità. Al momento nessuno dei 1550 feriti ha presentato querela per le lesioni subite, ma si profilano cause collettive su iniziativa delle associazione dei consumatori, a cominciare dal Codacons.

SIMONA LORENZETTI

Articoli Correlati

L'asilo è a rischioPerso tutto l'anno

Piazza Cavour, cadono calcinacci. Genitori spiazzati

Olimpiadi, Malagòci crede ancora

Il numero uno del Coni: «Torino corra anche per altri grandi eventi sportivi»

Olimpiadi, addiotra le polemiche

Scambio di accuse tra Pd e Movimento 5 Stelle