Il Teatro Gobetti va contro la mafia

  • Torino/Teatro

TORINO  Storie di vittime conosciute e sconosciute della criminalità organizzata, episodi di impegno civile e riscatto sociale, responsabilità individuali e collettive, connivenze istituzionali e taciti consensi. Di questo racconterà “Dieci storie proprio così”, lo spettacolo di scena stasera, alle 19.30, e domani, alle 20.45, al Teatro Gobetti. 

Un testo di educazione alla legalità di Giulia Minoli ed Emanuela Giordano che vedrà sul palco un coro di sette interpreti che si farà portatore delle voci e delle storie con l’arte attoriale di Daria D’Aloia, Vincenzo d’Amato, Tania Garribba, Valentina Minzoni, Salvatore Presutto, Diego Valentino Venditti, Alessio Vassallo e con Leonardo Ceccarelli alle chitarre e Paolo Volpini alla batteria.

In scena un’opera-dibattito sulla legalità che, partendo dall’esperienza della Campania, si spingerà a raccontare storie di dolore e riscatto della Sicilia, nei venticinque anni dalle stragi di Capaci e via D’Amelio, e del Lazio con Mafia Capitale, ma anche approfondendo i legami tra ‘Ndrangheta calabrese e Lombardia.

Tutto basato su episodi veri essendo “Dieci storie proprio così” nato dall’incontro con decine di familiari di vittime innocenti di mafia, camorra e ‘ndrangheta e con i rappresentanti di cooperative ed associazioni che sulle terre confiscate alle mafie hanno costruito speranze, lavoro, accoglienza ed idee.

Lo spettacolo è diventato parte integrante di un progetto nazionale, “Il palcoscenico della legalità”, che coinvolge scuole, carceri minorili e teatri. Un esempio di come la cultura possa diventare un valido ed efficace strumento di educazione alla legalità per far apprendere un nuovo alfabeto civile (Info: teatrostabiletorino.it). 

ANTONIO GARBISA

Articoli Correlati

Concentrica, lo spettacolosi sposta per la città

Da oggi al 17 novembre la rassegna presenterà spettacoli dal vivo in diversi spazi di Torino

La classe operaia va in teatro

Il film di Petri e Pirro sbarca al Carignano con la regia di Guido Longhi e Lino Guanciale protagonista

Il '68 della Demattèper la regia di Rifici

“Avevo un bel pallone rosso” sarà di scena da domani a domenica al Teatro Astra