All’Auditorium arriva il violino di Ray Chen

  • Torino/Classica

TORINO Divi del web che diventano star anche del palcoscenico. È il caso del violinista 28enne Ray Chen, nato a Taiwan e cresciuto in Australia, che ama comunicare con i suoi fan tramite le più recenti piattaforme digitali e i social networks, forte di oltre un milione di followers su Sound Cloud.

Sarà lui ad esibirsi stasera e domani all’Auditorium Rai “Arturo Toscanini” per l’inaugurazione del “Festival di Primavera” dell’Orchestra Sinfonica Nazionale della Rai, quest’anno dedicato a “I giovani talenti del violino”.

Il musicista, che unisce la passione per la moda e una vena “pop” al mondo della musica classica, sarà impegnato nel “Concerto n.1 in la minore op. 77 per violino e orchestra” di Dmitri Šostakovic, composto nel 1948.

Sul podio sarà impegnato invece il Direttore principale dell’Orchestra Rai, James Conlon che, in apertura di serata, proporrà la prima esecuzione italiana di “Pogrebal’naja Pesnja, il compianto funebre op. 5” scritto nel 1908 da Stravinskij in memoria del suo maestro Rimskij-Korsakov, successivamente perduto, poi ritrovato ed eseguito per la prima volta in tempi moderni a San Pietroburgo da Valery Gergiev nel 2016.

Nella seconda parte della serata, sempre di Stravinskij, sarà in programma “Le sacre du printemps (Il rito della primavera)” (Info: osn.rai.it). 

ANTONIO GARBISA

Articoli Correlati
Torino/Classica

Un viaggio nella classica con i Concerti del Lingotto

Teodor Currentzis aprirà la stagione il 30 ottobre mentre Riccardo Muti la chiuderà il 30 maggio
Torino/Classica

Il violino della Eberlesuona tutto Brahms

Sul palco dell’Auditorium sarà con la Swedish Radio Symphony Orchestra
Torino/Classica

Il flauto di Pahudsuona all’Auditorium Rai

Lo svizzero-francese primo flauto dei Berliner Philharmoniker sarà diretto da Rophé