Al via “Spring Attitude” tra il Maxxi e il Guido Reni

  • Roma/Musica

ROMA  Si aprirà giovedì al Maxxi l'ottava edizione del festival internazionale di musica elettronica e cultura contemporanea “Spring Attitude”. Fino a sabato, fra il Maxxi e il Guido Reni District, la manifestazione ospiterà performance dal vivo, installazioni interattive oltre ad esperienze percettive di suoni, visioni e spazio, a cavallo fra elettronica, pop d'avanguardia, rap e arte digitale.

Anche quest'anno obiettivo del festival è quello di proporre nuove realtà e solidi protagonisti del panorama internazionale, vere e proprie icone della scena elettronica come ad esempio Jon Hopkins, uomo di fiducia di Brian Eno e produttore dei Coldplay, che si esibirà venerdi al Guido Reni District.

Fra i più acclamati artisti del momento ci sono altri due artisti britannici, vale a dire Max Cooper e Nathan Fake, che si esibiranno rispettivamente giovedì (Maxxi) e venerdì (Guido Reni District). 

Fra gli artisti in cartellone anche Romare, Clap Clap! - nella Capitale con i brani del nuovo disco “A thousand skyes” -, il francese Christophe Chassol, sacerdote della cosiddetta “musica tridimensionale”. 

Fra gli ospiti italiani Drink to me, band capitanata dal piemontese Cosmo, reduce da un tour nel segno del tutto esaurito, e Wrongonyou, alias Marco Zitelli, romano classe 1990, rivelazione della scena indipendente italiana, che ha già diviso il palco con artisti del calibro di Radiohead e Sonic Youth.

STEFANO MILIONI

Articoli Correlati

Ghali in concertotra musica e teatro

Domani sarà sul palco del Palalottomatica

Buongiorno Italia, arriva il trap di Jesto

Stasera salirà sul palco dell’Orion di Ciampino

L'opera di Bernstein apre Nuova Consonanza

“Trouble in Tahiti” inaugura domenica alle 19 la 55esima edizione del festival al Palladium