Al via “Spring Attitude” tra il Maxxi e il Guido Reni

  • Roma/Musica

ROMA  Si aprirà giovedì al Maxxi l'ottava edizione del festival internazionale di musica elettronica e cultura contemporanea “Spring Attitude”. Fino a sabato, fra il Maxxi e il Guido Reni District, la manifestazione ospiterà performance dal vivo, installazioni interattive oltre ad esperienze percettive di suoni, visioni e spazio, a cavallo fra elettronica, pop d'avanguardia, rap e arte digitale.

Anche quest'anno obiettivo del festival è quello di proporre nuove realtà e solidi protagonisti del panorama internazionale, vere e proprie icone della scena elettronica come ad esempio Jon Hopkins, uomo di fiducia di Brian Eno e produttore dei Coldplay, che si esibirà venerdi al Guido Reni District.

Fra i più acclamati artisti del momento ci sono altri due artisti britannici, vale a dire Max Cooper e Nathan Fake, che si esibiranno rispettivamente giovedì (Maxxi) e venerdì (Guido Reni District). 

Fra gli artisti in cartellone anche Romare, Clap Clap! - nella Capitale con i brani del nuovo disco “A thousand skyes” -, il francese Christophe Chassol, sacerdote della cosiddetta “musica tridimensionale”. 

Fra gli ospiti italiani Drink to me, band capitanata dal piemontese Cosmo, reduce da un tour nel segno del tutto esaurito, e Wrongonyou, alias Marco Zitelli, romano classe 1990, rivelazione della scena indipendente italiana, che ha già diviso il palco con artisti del calibro di Radiohead e Sonic Youth.

STEFANO MILIONI

Articoli Correlati

I Chemical Brothers a Rock in Roma

Ed Simons e Tom Rowlands in cncerto questa sera all’Ippodromo delle Capannelle

A Villa Ada il livedei Gogol Bordello

Domani in concerto la band gipsy-punk per la rassegna “Roma incontra il Mondo”

«Amo comporre musica e oggi uso GarageBand»

Suzanne Vega sarà stasera alla Casa del Jazz