Fiorella Mannoia sold out tra presente e passato

  • Torino/Musica

TORINO A Sanremo era data per favorita, ma all'ultimo è stata superata dal fenomeno Gabbani. «Ma la delusione è durata un attimo – ricorda Fiorella Mannoia - Perché ho capito subito che la canzone era arrivata. E i fatti mi hanno dato ragione». La canzone in questione è “Che sia benedetta”, uno dei momenti clou del “Combattente  tour” dell'artista romana: «Un pezzo in cui credo molto, perché parla di un argomento a me molto caro: l'essenza e l'importanza della vita».

Dopo il festival è ripartita a briglie sciolte con un nuovo giro di concerti e una popolarità ancora più ampia, che si è tradotta in una lunga serie di “tutto esaurito”.

E la regola viene confermata anche stasera al Colosseo, “sold out” da tempo. Il concerto torinese mescolerà passato e presente in un live dalle forti emozioni, con al centro una voce forte e ispirata in equilibrio fra titoli dalle firme illustri, da Enrico Ruggeri e Ivano Fossati, come “Quello che le donne non dicono” e “I treni a vapore”. Ma non mancheranno cover a sorpresa, ripescaggi dal primo repertorio e vari estratti dall'ultimo cd “Combattente”, fra cui il nuovo singolo “Siamo ancora qui”, un gioioso e ballabile elettropop dal testo pieno di speranza.

«Nei miei live si balla, si canta, si piange e si riflette, ci trovi tutte le sfaccettature dello spettacolo».

E se non avete fatto in tempo a procurarvi i biglietti, niente paura: Fiorella tornerà in concerto il 10 luglio al Gru Village di Grugliasco. 

DIEGO PERUGINI

Articoli Correlati

“Adesso” tocca a Diodato

Stasera sarà ospite del festival “Proxima” ai Murazzi

Frankie Hi-Nrg Mc live ai Murazzi

Domani sera il suo showcase nell’ambito di “Proxima”

Un estate in musica da Sfera Ebbasta a Lenny Kravitz

Il rapper ospite del Flowers Festival con i brani del suo cd “Rockstar”