Vaccini a scuola, obbligo fino a 6 anni

  • Vaccini

Come previsto, il Consiglio dei Ministri ha approvato il decreto, proposto dal ministro della Salute Beatrice Lorenzin, che introduce l'obbligo di vaccinazioni per l'iscrizione a scuola.  I vaccini saranno obbligatori, pena la non iscrizione a scuola, nella fascia di età da 0 a 6 anni, ossia in nidi e asili. Altrettanto obbligatori saranno nelle scuole elementari, ma in questo caso sono previste sanzioni molto ingenti. 

Quelli già previsti nel Piano.  L'anti Pneumococco e Zoster per gli anziani, l'anti Meningococco b, Rotavirus e Varicella per i più piccoli (primi due anni di vita e 5-6 anni di eta'), l'anti Papillomavirus anche per gli adolescenti maschi e il meningo tetravalente, sempre per gli adolescenti: sono le nuove vaccinazioni offerte gratuitamente come previsto dal Piano Vaccini 2017-2019. Tali vaccini si aggiungeranno a quelli già disponibili gratuitamente. Alcuni dei quali, a partire da quelli contro morbillo e rosolia, saranno considerati obbligatori per l'iscrizione scolastica dei bambini. Per alcuni vaccini viene estesa la fascia di età o il tipo di popolazione interessata, altri sono invece completamente nuovi e per altri ancora la gratuità viene estesa da alcune Regioni a tutto il territorio nazionale. 

Articoli Correlati

La Ue: "I No-vax sonoresponsabili morali dei morti"

Il commissario Andriukaitis: "Questi movimenti ci riportano decenni indietro

La Consulta conferma l’obbligo dei vaccini

Bocciati i ricorsi del Veneto, via libero definitivo alle decisioni dei ministeri

Ricorsi sui vaccinidecide la Consulta

Attesa per oggi la decisione della Corte Costituzionale sulle questioni di legittimità sollevate dalla Regione Veneto