Armitage: Berlin Station spy serie che vi catturerà

  • Richard Armitage

TTELEVISIONE Cosa conta di più: la verità o quella che percepiamo come tale? Berlin Station, serie spionistica che debutta su Timvision oggi, cerca di rispondere a questa domanda mentre illustra la serrata caccia a un nemico invisibile da parte dell’analista della CIA Daniel Miller, trasferito nella capitale tedesca per indagare, sotto copertura, sulla figura infida del misterioso Thomas Shaw. Nei panni dello spaesato protagonista, il britannico Richard Armitage (Lo Hobbit), che spiega: «Il mio personaggio è un uomo puntiglioso con una missione: cercare di capire come questo individuo inafferrabile ispirato alla figura di Edward Snowden conosca segreti inaccessibili. La serie si riallaccia ad argomenti attuali, come le fughe di notizie su WikiLeaks, ma con un punto di vista intrigante come quello delle spie». Dopo la pluripremiata The Night Manager, anche questa serie si rifà ai classici del genere spy story: «Sono un grande fan di Le Carré e dei suoi lavori – continua Armitage – e credo che questo show sarà adorato dagli amanti delle sue storie. L’atmosfera di diffidenza, il rischio di venire traditi da chiunque sono palpabili».

Curiosità: la serie ha una aura anni 70 grazie all’uso delle musiche di David Bowie.

lorenza negri