Taxi, chiesti ai sindaci i nomi di chi scioperò

  • Taxi

Vuole i nomi dei tassisti, l'Autorità di garanzia per gli scioperi: "Con riferimento alle astensioni illegittime degli operatori di taxi effettuate dal 15 al 21 febbraio scorsi nelle Città Metropolitane di Roma, Bologna, Cagliari, Firenze, Genova, Milano, Napoli e Torino, ha chiesto ai sindaci i nominativi dei singoli che, non avendo svolto l'ordinario turno di servizio, si sono illegittimamente astenuti dalle prestazioni lavorative, al fine di poter eventualmente adottare le relative sanzioni previste dalla legge". Nella nota dell'Authority si aggiunge che, "al termine del procedimento istruttorio e delle audizioni effettuate con le parti, ha ritenuto che la responsabilità dei comportamenti posti in essere non fosse ascrivibile ad organizzazioni sindacali o associazioni di categoria".

Articoli Correlati

Disagi per sciopero taxiDelrio: «Riforma è giusta»

Il vice ministro Nencini: «Nuove piattaforme vanno regolamentate e non bloccate»

I taxi in scioperoIl viceministro: "Ingiustificato"

Nencini: "Ci chiedono di cancellare le piattaforme digitali, che esistono"

I tassisti minaccianodi tornare in piazza

In vista dell'incontro al ministero dei Trasporti chiedono che il governo ritiri tutti gli emendamenti in discussione alla Camera e al Senato