Tagliando per Alitalia «che fa gola a molti»

  • Alitalia

ROMA Il “dossier” Alitalia suscita interesse sul mercato. Il giorno dopo la pubblicazione del bando di gara per le manifestazioni di interesse, è questa l’assicurazione che arriva dal ministro delle Infrastrutture e Trasporti, Graziano Delrio, mentre prende corpo la rotta dei commissari straordinari che si proietta in un orizzonte temporale che guarda al 2018. Ad indicarlo ieri è stato Luigi Gubitosi, commissario straordinario e coordinatore della “trojka” che dal 2 maggio scorso è alla guida dell’aviolinea.

Revisione dei costi

Una strategia, quella messa a punto dai commissari, che, parallelamente alla procedura di gara, poggia sulla predisposizione di un piano che, oltre a rivedere tutta la struttura dei costi dell’azienda, muove anche sulla leva dei ricavi con l’apertura di nuove destinazioni come le Maldive, il ritorno in India a New Delhi e l’obiettivo di operare un collegamento giornaliero per Los Angeles anche in inverno. «Vogliamo completare la winter season e scavallare l’anno. Questo è possibile se riusciremo a ottenere i risparmi che ci accingiamo a fare su tutta la struttura dei costi», ha spiegato Gubitosi, nella prima audizione tenuta insieme agli altri due commissari, Enrico Laghi e Stefano Paleari, davanti alle Commissioni riunite dei Trasporti, Lavoro e Attività produttive della Camera. «Stiamo facendo i primi studi sulla summer 2018, lasciando magari in eredità qualcosa a chi arriva. Non agiamo in un’ottica di breve periodo», ha sottolineato Gubitosi.

Potenziali investitori

E in attesa che la gara entri nel vivo con il primo passaggio del 5 giugno, scadenza fissata per le manifestazioni di interesse, i riflettori si puntano sui potenziali investitori di Alitalia. «Nelle prossime settimane ci saranno molti interessi che dovremo valutare», ha detto il ministro Graziano Delrio rispondendo a chi gli chiedeva dell’interesse manifestato da parte di fondi cinesi. Ma al varco ci sarebbero anche le low cost, interessate a slot e viaggiatori. Sull sfondo, pronto a riesplodere, il nodo del personale e delle migliaia di esuberi.

METRO

Articoli Correlati

Prorogata a ottobrela vendita di Alitalia

Tre le offerte, con alcuni passi avanti

Il fondo Cerberusin corsa per Alitalia

Dagli Stati Uniti arriva un'offerta, fuori tempo massimo, per salvare l'intera compagnia

O'Leary (Ryanair) avverte:"Con noi basta nullafacenti"

L'ad della compagnia low cost: "Non tollereremmo scioperi frequenti"