Draghi: «La crisi è ormai alle spalle»

  • eurozona

ISRAELE La crisi economica dell’Eurozona «è alle nostre spalle», la «ripresa è solida e sempre più ampia», ma per l’Europa «servono ulteriori progressi». Lo sostiene il presidente della Bce, Mario Draghi, da Tel Aviv. Secondo Draghi in Europa occorre andare «oltre l’Unione economica e monetaria», serve più integrazione e «mettere insieme sovranità». È quanto emerge dal discorso di Draghi in occasione del dottorato honoris causa dell’Universita di Tel Aviv. Secondo il numero uno della Bce, occorre lavorare su «sicurezza, migranti, difesa e queste sfide possono essere indirizzate solo mettendo insieme sovranità. La crisi ha messo in evidenza la debolezza strutturale della nostra costruzione e ci obbliga a muoverci».

METRO