I Baustelle presentano «un disco oscenamente pop»

  • Roma/Musica

ROMA  «Dei Baustelle si dice spesso: sono citazionisti. Chi non lo è? O meglio, tutti i compositori lo sono quando sono davvero liberi. Questo è forse il nostro disco più libero, da questo punto di vista. È un disco “oscenamente” pop, musica che non si vergogna di esibire la propria libertà. Si potrà dire che sia bello o brutto, riuscito o non riuscito, ma è un disco nel quale non abbiamo messo insieme alto e basso, sacro e profano».

Parola di Francesco Bianconi, mente dei Baustelle, uno dei gruppi di punta della storia recente del pop-rock italiano, in concerto domenica alle 21 al Parco della Musica. La formazione toscana - oltre a Bianconi, Claudio Brasini (chitarre) e Rachele Bastreghi (voce, tastiere e percussioni) - torna a esibirsi per presentare dal vivo tutti i brani più conosciuti del proprio repertorio e le canzoni del nuovo lavoro discografico intitolato “L'amore e la violenza”, uscito a gennaio.

«Ormai - racconta Bianconi - quando penso a questo disco l'aggettivo che mi viene in mente con più frequenza è “colorato”. Sembra una scemenza, una frase fatta, ma mi rendo conto che già l'associare una connotazione cromatica a un'esperienza auditiva è un fatto per nulla banale». 

Sul palco con i tre componenti del gruppo ci saranno Ettore Bianconi (elettronica e tastiere), Sebastiano De Gennaro (percussioni), Alessandro Maiorino (basso), Diego Palazzo (tastiere e chitarra), Andrea Faccioli (chitarre). Info: 0680241281.

STEFANO MILIONI

Articoli Correlati

I Negrita oraescono allo scoperto

Dopo il tour nei teatri Pau & soci per l’estate suonano all’aperto e stasera saranno a Ostia Antica

La Graziano e Forni all’Aniene Festival

La cantante e il chitarrista saranno stasera in concerto al Parco Nomentano per Aniene Festival

Ultimo all’Olimpicoracconta “La favola”

Stasera l’artista romano sarà sul palco dello Stadio Olimpico, già sold out, per un concerto del suo tour