Una pioggia di soldi per la super Juventus

  • Calcio

CALCIO  Oggi, il sorteggio. Ieri, la presa di coscienza di avere fatto qualcosa di grande ma anche, per dirla con Allegri e Marotta, di «non avere ancora vinto nulla». Perché a nulla servirà avere eliminato il Barcellona se non si arriverà a Cardiff e da lì a Torino con la Coppa in mano. Il Camp Nou è stata insomma una tappa intermedia, così la si vuole vivere e così è giusto viverla. Avendo nel frattempoportato a casa altri soldi. Tanti soldi: arrivando tra le migliori quattro d’Europa, la Juventus ha già incassato 115,7 milioni tra premi Uefa (39,7), market pool (58), biglietti (17) e premi degli sponsor (1). Dovesse alzare la coppa al cielo, salirebbe fino a 133,2 e il prossimo mercato estivo chissà cosa porterebbe in dote: Tolisso resta obiettivo concreto, idem Bernardeschi e Douglas Costa. «Possiamo vincere la Champions», ha ovviamente ribadito Bonucci. «Potremo darvi e darci altre soddisfazioni», ha twittato Allegri. In attesa del Genoa da affrontare domenica sera e di un campionato che, a sei giornate dal termine con otto punti di margine sulla Roma, non potrà sfuggire ai suoi uomini. Il tutto, mentre in Borsa il titolo Juventus subisce oscillazioni notevoli che lasciano il campo aperto a ogni ipotesi. Qualunque scenario si stia prefigurando, ieri il titolo ha in ogni caso perso il 5%, dopo avere però guadagnato in settimana il 38% e avere più che raddoppiato il proprio valore negli ultimi tre mesi.

DOMENICO LATAGLIATA

Articoli Correlati

Torna l'Oratorio CupOltre il calcio, un progetto educativo

Sabato e domenica, presso il centro sportivo Torraccia, in via Francesco Paolo Bonifacio, si svolgeranno a Roma le fasi finali della "Oratorio Cup" 2017-2018

Sollievo per GagliardiniStarà ai box solo un mese

L'Inter è attesa domenica da una trasferta durissima contro il Chievo. Il centrocampista, che si temeva out fino ad agosto, starà fuori solo poche settimane

Milan, riecco BrignoliRossoneri condannati a vincere

A San Siro sbarca il Benevento, con il portierino che all'andata segnò di testa il gol del pari. Ma stavolta, per garantirsi l'Europa, Gattuso vuole i tre punti