L'auto per tutti con l'app Moovit

  • Roma

ROMA Sette mesi di lavoro sotterraneo, per tarare al meglio quello che si propone di diventare il primo servizio di car pooling della Capitale. E ieri Moovit, forte dei risultati raggiunti, ha presentato la sua nuova app, Moovit carpool, uno strumento per far incontrare automobilisti e chiunque abbia bisogno di un passaggio, ed evitare che le strade capitoline siano intasate da troppe automobili con il solo guidatore a bordo. L’idea non è nuova, ma Moovit l’ha perfezionata e conta di coinvolgere buona parte di quelle centinaia di migliaia di utenti che si servono già dell’app per conoscere in tempo reale il flusso dei trasporti pubblici.

«Moovit Carpool non sarà nè un servizio taxi né un’app come Uber», ha assicurato Samuel Sed Piazza, country manager dell’azienda, spiegando: «Chi si iscriverà come guidatore non potrà offrire più di due passaggi al giorno, e il pagamento che sarà accreditato su conto da Moovit una volta al mese, non coprirà i costi né permetterà di fare profitti, per farlo abbiamo stabilito le tariffe attraverso le tabelle Aci».

Il servizio vuole integrarsi, e non sostituirsi al trasporto pubblico. L’idea è che riducendo il numero di auto in strada, grazie ai passaggi certificati con l’app (che sarà sempre gratuita, anche per le aziende), si snellirà il traffico anche per i mezzi pubblici. Il presidente della Commissione capitolina mobilità, Enrico Stefàno, ha detto: «Questa piattaforma certifica in maniera garantita chi fa realmente carpooling a Roma e chi no. Collaboreremo senz’altro, creando parcheggi riservati per chi utilizza le automobili in gruppo».

PAOLO CHIRIATTI
(Foto da Moovit)

Articoli Correlati

Insetti nella farinachiuso un forno a Navona

Carenze igienico sanitarie hanno portato alla chiusura di un forno

Sassi dal campo romper rapinare automobilisti

I quattro responsabili residenti presso il campo nomadi di Castel Romano

Contro i roghi tossicii blocchi dei vigili a La Barbuta

Il comandante Di Maggio: «Rischi non solo per la salute ma anche per la sicurezza degli aerei a Ciampino»