Battaglie di Topor e Ribes sono di scena al Baretti

  • Torino/Teatro

TORINO Il conflitto e la lotta come temi centrali dei cinque brevi atti unici, tre dialoghi e due monologhi, scritti a quattro mani da Roland Topor, maestro del surrealismo, insieme a Jean Michel Ribes, suo grande amico, autore brillante e direttore del Teatro Rond Point di Parigi. Così, sotto con il titolo unificatore di “Battaglie”, questi testi debutteranno  domani (in replica fino al 21 aprile) al Teatro Baretti con la regia di Marina Bassani, anche unica interprete femminile al fianco di Lorenzo Bartoli e Gian Luca Gambino.

Cinque saranno i conflitti rappresentati sulla scena. Si andrà da una lotta di classe a un conflitto metafisico, da un conflitto interiore a uno tra uomo e donna fino ad una sorta di vaudeville con un conflitto a tre, tra un marito, una moglie e un amante.

Sul palco, tutto sarà all’insegna della brevità caratterizzata però da un tono onirico e scherzoso con i protagonisti che mostrano di aver perso ogni senso della realtà diventando antieroi per eccellenza, più interessati a mangiare e a bere, che non a vincere le forze della natura.

La letteratura seria verrà presa di mira trasformando in oggetto di parodia situazioni epiche e maestose, narrate ad esempio nell’“Odissea” di Omero o ne “La tempesta” di Shakespeare (Info: cineteatrobaretti.it). 

ANTONIO GARBISA

Articoli Correlati

Concentrica, lo spettacolosi sposta per la città

Da oggi al 17 novembre la rassegna presenterà spettacoli dal vivo in diversi spazi di Torino

La classe operaia va in teatro

Il film di Petri e Pirro sbarca al Carignano con la regia di Guido Longhi e Lino Guanciale protagonista

Il '68 della Demattèper la regia di Rifici

“Avevo un bel pallone rosso” sarà di scena da domani a domenica al Teatro Astra