Settimana senza sindaca Polemiche in Comune

  • Roma

ROMA La sindaca Virginia Raggi stacca la spina per qualche giorno e l’opposizione insorge. La prima cittadina aveva spiegato sui social che sarebbe stata lontana da Roma pochi giorni per stare con la sua famiglia e «seguire il consiglio dei medici, che mi avevano raccomandato qualche giorno di riposo (dopo il malore da stress e il ricovero al San Filippo Neri dello scorso 24 febbraio, ndr)».

Ma la breve pausa coincide con quella che avrebbe dovuto essere una settimana calda in Campidoglio: oggi la sindaca era attesa nella seduta straordinaria in assemblea capitolina dove era prevista la discussione sui contraccolpi politici seguiti all’arresto per corruzione dell’ex capo del personale Raffaele Marra e delle indagini per abuso d’ufficio legati alla nomina, firmata dalla stessa Raggi, per assegnare a Renato Marra (fratello di Raffaele) il vertice della Direzione Turismo del Comune.

Inoltre giovedì la prima cittadina avrebbe dovuto presenziare alla discussione in aula sullo Stadio della Roma. Appuntamenti in cui farà le sue veci il vice sindaco Luca Bergamo. Per la capogruppo Pd Michela di Biase si tratta di uno «sgarbo istituzionale», per eventi programmati da tempo. Sui social ieri sono comparse foto della sindaca in partenza da Roma assieme al figlio: «Questa non è politica, è sciacallaggio», ha commentato Raggi. Nel merito della sua assenza ieri il presidente del Consiglio Comunale Marcello De Vito ha spiegato che oggi alle 14 convocherà i capogruppo per decidere se rinviare o meno l’audizione della sindaca.

METRO

Articoli Correlati

Campidoglio, se ne vaanche l'assessore Colomban

Raggi: "Incarico a tempo". Altro sondaggio boccia la sindaca: il voto è 5

Bimbo muoreschiacciato da un vaso

Il tragico incidente domestico a Guidonia, alle porte di Roma. Il piccolo si è arrampicato su un muretto trascinando contro di sé il pesante recipiente

L'ordinanza anti sprecocontro l'allerta idrica

Acqua da consumare solo per usi igienici e domestici. Il bacino di Bracciano in sofferenza