Elisir per la carriera? Una sana vita sessuale

  • LA RICERCA

USA. Una vita sessuale felice si può tradurre  in un aumento dei risultati sul lavoro. A dirlo sono i ricercatori  dell'Oregon State University che hanno pubblicato uno studio sul tema (“From the Bedroom to the Office Workplace Spillover Effects of Sexual Activity at Home”). Nella  ricerca - pubblicata sul Journal of managment - gli studiosi hanno monitorato 159 coppie sposate (eterosessuali ed omosessuali) di impiegati full time, scoprendo che quelle che avevano avuto una notte o una mattina di passione, al lavoro facevano meglio degli altri. Non solo, le coppie con una vita sessuale più vivace e intensa riferivano anche una maggior soddisfazione a livello professionale. Secondo Keith Leavitt dell’Osu College of Business, «si tratta di un fenomeno reale e di cui dovremmo tener conto. Mantenere una relazione sana, che include una vita sessuale in salute, aiuterà i lavoratori a essere più felici e coinvolti sul lavoro. Cosa di cui beneficeranno loro stessi ma anche le organizzazioni per cui lavorano». Dalla ricerca emerge anche che - per un effetto circolare - una giornata passata male in ufficio può influire negativamente sulla vita sessuale dei coniugi. Il tempo passato a fare sesso è “rubato” al controllo di mail e messaggini. Questo riduce lo stress e favorisce il rilascio di sostanze chimiche (ossitocina in primis) e ormoni collegati ai centri della ricompensa nel cervello. Con un “effetto benessere” che si conserva fino a 24 ore. Insomma, una sana vita sessuale è un elisir per la carriera. Di chiunque e «senza distinzione di genere» spiega David T. Wagner, professore al Lundquist College of Business.  

 

Gli adulti fanno menno sesso di 20 anni fa

Gli adulti fanno meno sesso rispetto a 20 anni fa. Lo riferisce uno studio (pubblicato su “Archives of Sexual Behaviour”) condotto dalla San Diego State University  su 27.000 persone, il 96% eterossessuali. 

In media, nei primi anni del decennio 2010 si sono registrati 7 rapporti in meno all’anno rispetto ai primi anni  90, e 9 in meno rispetto a fine anni  90.  In pratica, sembra che oggi in media si faccia 9 volte meno sesso all'anno rispetto agli anni 90. Un crollo che riguarda tutte le fasce di popolazione.

METRO

 

Articoli Correlati

I giorni della ricerca per combattere il cancro

Fino all’8 novembre torna l’iniziativa promossa dall’Airc per raccogliere fondi sempre più necessari in Italia

Lavoratori online il 67% è connesso anche fuori ufficio

Indagine del Randstad Workmonitor: “Orario di lavoro e tempo libero: i confini si dissolvono”. A 6 lavoratori su 10 non dispiace la reperibilità

Salute, bambini informatisu rischi e prevenzione

Uno studio condotto dalla Fondazione Tnt su 1.500 alunni di 76 classi di scuole primarie. Fumo e alcol sono già nella loro lista nera.