Il sapore vintage del mitico Nokia 3310

  • cellulari

Un giocoso sapore vintage ha segnato il Mobile World Congress, la fiera dedicata agli smartphone conclusa ieri sera a Barcellona che anche noi di Metro abbiamo seguito. L’effetto “nostalgia canaglia” è legato in particolare all’attesa resurrezione del mitico Nokia 3310, il telefono più apprezzato di sempre pensionato nel 2005, che la finlandese Hmd ha rilanciato su licenza Nokia in molti colori, rispettando il design originario. Costa 49 euro. Funzioni ridotte all’osso e niente applicazioni: un vero ritorno del cellulare da combattimento con batteria prodigiosa da 22 ore e perfino Snake, il giochino cult col serpentello. Anche se è solo il traino di marketing per parlare dei dispositivi di fascia media (il Nokia 6, 5 e 3) svelati nel corso del salone. Anche BlackBerry, pure lei vecchia gloria passata in mani cinesi, ha rispolverato sul suo KeyOne, che punta forte sulla sicurezza, un’altra reliquia del passato: la tastierina fisica. E Samsung, dopo aver presentato il tablet Galaxy Tab S3 e l’ibrido Galaxy Book, ha svelato le nuove S Pen, cioè le penne che si usano con le tavolette, in partnership con la tedesca Staedtler. La ricordate? Quella delle matite gialle e nere della scuola. Venendo ai pezzi forti della fiera, i protagonisti sono stati tre: anzitutto Huawei, col nuovo P10 da 5,2 pollici (anche più grande, P10 Plus, con schermo da 5,5) e disponibile in tanti colori fra cui il Greenery, definita da Pantone tinta dell’anno. Confermata la doppia fotocamera posteriore da 20 e 12 Megapixel con la tedesca Leica. I due modelli arriveranno il 30 marzo e il 15 aprile e costeranno 679,90 e 829,90 euro. Poi LG, che col nuovo G6 con display da 5,7 pollici quasi senza bordi punta a rivoluzionare l’esperienza d’intrattenimento grazie alle proporzioni dello schermo in 18:9 e al supporto per contenuti di alta qualità. Arriverà a metà aprile e costerà 749 euro. Infine Sony che ha lanciato quattro nuovi telefoni fra cui il top di gamma Xperia XZ Premium. Molte anche le scelte per tutte le tasche, dunque fra i 100 e i 300 euro, da Wiko (Wim e Wim Lite), Lenovo (Moto G5 e G5 Plus) e Alcatel (A5, pieno di led). 

Brionvega rr226-o

A proposito di nostalgia, Brionvega riporta sul mercato un pezzo storico degli anni ‘60: il radiofonografo rr226. Un dispositivo con radio Am e Fm, giradischi, amplificatore e diffusori. 6.990 euro.

Snap7! Pro

Una cover molto resistente che trasforma il tuo iPhone 7 in una fotocamera compatta. Si possono cambiare sette lenti e cliccare su un tasto meccanico per scattare. C’è l’attacco per il treppiedi. 66 dollari.

Brumbrum.it

Cercare un’auto usata è spesso un’esperienza frustrante. La startup italiana te le fa vedere con foto e video a 360 gradi, fornisce certificazioni e soprattutto gestisce ogni questione, dal passaggio di proprietà alla consegna. Divertente.

SIMONE COSIMI

Articoli Correlati

Addio roamingma occhio alle eccezioni

La tariffa nazionale vale per le permanenze temporanee all'estero e non se si espatria stabilmente

Roaming, dal 15 giugnosarà addio alla "tassa"

Accordo in Europa sul tetto massimo dei prezzi all'ingrosso per i dati