Con Zotto & Guspero il fascino del tango

  • Milano/A tutto tango

MILANO  Una vera e propria festa del Tango, la danza argentina più amata al mondo. Il Teatro degli Arcimboldi si trasformerà, da stasera a domenica, in una grande sala da ballo con due superstar internazionali del tango come Miguel Ángel Zotto e Daiana Guspero, coppia d’arte e nella vita, per il debutto, in prima assoluta europea, del loro show, “Raices Tango”. 

Uno spettacolo che radunerà in scena ben venticinque artisti, sedici ballerini e cinque musicisti. Un cast numerosissimo per evocare tutto il fascino del vecchio e del nuovo mondo che si incontrerà agli Arcimboldi anche con la potenza selvaggia dei gauchos della Pampa Argentina e dell’Indio Olegui Atucà Guaranì, il Figlio del Vento che, con la sua arte, si batte da trent’anni contro i crimini commessi ai danni degli indigeni nel  silenzio della foresta amazzonica.

Così tangheri, gauchos e Indio convivranno sul palco in un crescendo di emozioni per raccontare l’unico ballo proclamato patrimonio dell’Unesco, tra suoni ancestrali di tamburi e delle bolas che, nelle mani dei gauchos, volteggeranno nell’aria. 

Si tornerà così alle origini del tango, il ballo della gente di Buenos Aires, dei compadritos, dei migranti italiani, francesi, tedeschi e russi che s’incontravano nelle balere e nei cortili tra malinconia del vivere e fremiti d’amore (Info: teatroarcimboldi.it).

E il tango sarà vivo più che mai anche al Teatro di Vetro dove, da stasera al 14 febbraio, andrà in scena un altro spettacolo, “Histoire du Tango - Il tango strumentale dagli inizi del Novecento ad Astor Piazzolla” con il pianista Marco Fringuellino, i ballerini Marcelo Ballonzo & Elena Garis e il dj “El negro flores” (Info: teatrodivetro.it).

ANTONIO GARBISA