La Città Metropolitana chiede fondi anti-smog

  • Milano

CITTA' La pioggia di ieri, e di oggi, dovrebbero finalmente abbassare i livelli di polveri sottili, che secondo i rilevamenti di ieri (relativi all’altro ieri) erano ancora elevatissimi: l’area milanese, con la bellezza di 141,7 microgrammi al metro cubo, ha raggiunto il 6° giorno oltre i 70 microgrammi, avvicinandosi così al 7° fatidico che comporta un inasprimento delle misure anti-diesel.

Nel frattempo, l’attenzione della politica, pioggia o non pioggia, prova comunque a fare i conti con un inquinamento inaccettabile dell’aria. Si è mossa, ieri, la Conferenza Metropolitana dei sindaci, che ha approvato una mozione diretta al presidente Giuseppe Sala e alla consigliera delegata alla mobilità, Siria Trezzi, impegnandoli ad «avviare un confronto con la Regione» e «ad attivarsi presso il Governo» contro i tagli al Tpl. Obiettivo, dare risorse all’Agenzia per il Tpl della Città metropolitana di Milano, Monza e Brianza, Pavia e Lodi. Il tema è quello dei tagli alle corse avviati dall'1 febbraio (ma sospesi fino a fine mese), che comportano una riduzione del 9,4% delle percorrenze 2016, pari a circa 750.000 km/anno in meno, attraverso la soppressione delle linee Z 225 Nova Milanese-Cinisello- Sesto e della linea Z 227 Lissone-Muggiò-Cinisello-Sesto su cui viaggiano ogni giorno oltre 4000 passeggeri.

METRO

Articoli Correlati

Moovit, nuovi strumentiper i diversamente abili

Nuova funzionalità capace di programmare i percorsi del trasporto pubblico

Gli Arcade Fire tornanocol nuovo "Everything now"

La band canadese all’ippodromo di San Siro presenta il nuovo album. Al Castello sforzesco tributo ai Beatles

Definizione agevolataper evitare sanzioni

«Non è un condono», dice l'assessore Tasca. Si applica alle liti pendenti sui tributi locali