Roaming, dal 15 giugno sarà addio alla "tassa"

  • cellulari

Dal 15 giugno si chiude con il roaming: i cittadini europei saranno liberati dal  balzello del sovrapprezzo per telefonate, sms e trasmissione dati per chi viaggia all'estero: Europarlamento e Consiglio hanno trovato un accordo sul tetto massimo dei prezzi all'ingrosso per i dati che gli operatori applicano tra di loro. 
L'accordo. Il prezzo massimo per GB che gli operatori potranno applicare tra loro passerà dai 50 euro attuali a 7,7 euro, per scendere a 6 euro nel 2018, 4,5 nel 2019, 3,5 nel 2020, 3 nel 2021 e 2,5 nel 2020. Tuttavia secondo alcuni deputati europei ed esperti del settore, il pericolo è che l'accordo raggiunto abbia un contro-effettoportando ad un aumento dei costi previsti nei piani tariffari nazionali. In ogni caso la fine del roaming era una delle priorità del presidente, Jean-Claude Juncker, per dimostrare che il mercato unico vale anche nel settore delle telecomunicazioni e che l'Europa può portare dei benefici concreti ai cittadini comuni. 

Articoli Correlati

Addio roamingma occhio alle eccezioni

La tariffa nazionale vale per le permanenze temporanee all'estero e non se si espatria stabilmente

Il sapore vintagedel mitico Nokia 3310

Al Mobile World Congress l’effetto “nostalgia canaglia”. Ma anche tante novità