L'auto si apre con uno smartphone

  • Car sharing

Non serviranno più le chiavi per aprire l’auto, basterà uno smartphone e l’istallazione sul proprio cruscotto della “Smart Key Box”.Quando lo smartphone sarà avvicinato al veicolo, i codici verranno autenticati tramite Bluetooth e  si aprirà la portiera dell’auto per poi metterla tranquillamente in moto senza chiavi. Il tempo durante il quale l’utente può accedere allo Smart Box Key è impostato in base alla prenotazione del veicolo. L’idea è del brand Toyota, che si va ad aggiungere all’elenco delle altre aziende che già puntano sul car-sharing come Mercedes (Car2Go), General Motors, Ford (GoDrive) e BMW (ReachNow). La famosa casa produttrice di automobili vuole rilasciare, infatti, un dispositivo che permetta alle persone di controllare le proprie automobili in modo più comodo e smart. Toyota prevede inoltre di creare un nuovo prodotto finanziario che consentirà alle persone di utilizzare i proventi del car-sharing per pagare le rate di leasing della propria autovettura.

Diletta Piazza

 

 

Articoli Correlati

Ecco Sharemine,piattaforma shared mobility

Presentata da Omoove, controllata da Octo Telematics

Sempre più car sharing

Urbi, l’app che aggrega i principali sistemi di mobilità urbana e condivisa, ha analizzato il mercato delle auto condivise in Italia registrando un +35%

Mobilità sostenibileLa Capitale è sul podio

Roma è la seconda città d'Italia per utenti che utilizzano il car sharing. L'assessore Meleo: "Ora puntiamo anche sulle bici"