Scooterino piace ai romani e non solo

  • Mobilità sostenibile

ROMA La città di Roma con i suoi 2,8 milioni di abitanti è sempre più pronta ad offrire soluzioni di mobilità , contro il blocco del traffico o contro gli scioperi dei mezzi di trasporti.

Oltre al carpooling offerto da Moovit, anche Scooterino si fa sentire, e lo fa offrendo passaggi sulle due ruote al costo di 3 euro. L’app Scooterino negli ultimi 12 mesi ha generato un contagioso entusiasmo nella città di Roma, portando più di 15.000 persone ad iscriversi grazie al solo passaparola e registrando più di 40.000 richieste di passaggio nella sola città di Roma.

Il suo fondatore italo americano e il suo staff hanno appena vinto un round di finanziamento di 500.000 euro (grazie a Bic Lazio, Agenzia Spaziale Europea e Lazio Innova) con progettualità di espansione presto in altre città di Italia. In primavera Scooterino sbarcherà a Genova, successivamente Milano, Firenze e Napoli. La novità è che adesso sarà possibile prenotare in anticipo un passaggio. Il nuovo sistema di pre-booking andrà ad affiancarsi al già collaudato sistema delle richieste in tempo reale. Infatti con un minimo 6 ore di anticipo ed un massimo 7 giorni, inserendo giorno, ora e indirizzi desiderati, l’applicazione mostrerà i profili degli scooteristi che vanno in quella direzione.“Scooterino non è un servizio Scooter Taxi o un Affitto Scooter, non è nemmeno uno Scooter Sharing” - affermano i fondatori.  “Scooterino è il “BlaBlaCar” per i tragitti brevi e urbani sullo scooter”.

DILETTA PIAZZA

Articoli Correlati
Mobilità sostenibile

Con Mytaxi si prenotaanche il seggiolino

la novità assoluta per l'app che sta conquistando sempre di più gli utenti della mobilità
Mobilità sostenibile

Il Parco dell'Appia anticaè pronto alla sfida del GRAB

Con il Grande raccordo anulare delle biciclette la più grande area naturale e archeologica della Capitale diventa davvero pedonale
Mobilità sostenibile

Il Gra? Non c'entraniente con il GRAB

Da oggi con Metro, viaggio in dieci puntate per conoscere il Grande Raccordo delle Biciclette e tutti i vantaggi del rivoluzionario percorso ciclopedonale