Inter, rebus squalifiche Chance per Kondogbia

  • Calcio

CALCIO Contro la Lazio l’Inter cercherà la prova di maturità dopo la vittoria  di Sassuolo. Serve una prestazione che certifichi la fine della crisi. Il problema è che contro la sua ex squadra, Pioli sarà  costretto a fare dei cambi che non avrebbe voluto fare:  João Mário e Felipe Melo saranno  out per squalifica e costringeranno il tecnico  (proprio ora che aveva trovato un equilibrio) a cambiare tutto. Con tutta probabilità Pioli butterà nella mischia  Kondogbia  e  forse  Banega (quest’ultimo però non è ancora sicuro della maglia). Nel frattempo, ad Appiano Gentile, va in onda il “caso Jovetic”, non convocato per la gara contro il Sassuolo. Se prima c’era qualche dubbio, ora non ve ne sono più: il montenegrino a gennaio finirà dritto sul mercato forse tornando, come in un triste gioco dell’oca, a Firenze (dopo essere stato dirottato in panchina da Pellegrini al City e da Mancini, De Boer ed infine da Pioli all’Inter). In partenza anche l’altro oggetto misterioso, Gabigol, in prestito in Italia (il Bologna sarebbe in vantaggio). L’Inter stavolta vuole però un centrocampista dal rendimento garantito (primi obiettivi Obi Mikel e Diarra). Infine, riecco Medel che, dopo l’operazione al menisco destro, scalpita per rientrare e ieri ha pubblicato un video su Twitter in cui  corre sul campo di sabbia di Appiano  per potenziare i muscoli: Pioli lo aspetta per metà gennaio.

METRO

Articoli Correlati

Non solo Napoli-Internona di Serie A, quante emozioni

Oltre la sfida stellare del San Paolo tra la prima e la seconda in classifica, nel week end tante partite tra squadre che non possono più perdere altro terreno

La Roma nella tanadei Blues di Conte

Visto il momento non straordinario dei giallorossi un risultato positivo contro il Chelsea sarebbe davvero un toccasana, ma Manolas è out

Per la Juventusc'è l'esame Sporting

«Il problema delle pause di questo periodo è nella testa», ha ufficializzato il tedesco Khedira. Lo stesso concetto lo aveva espresso con altre parole Barzagli