Oceania, una favola per salvare il mondo

  • Al cinema

CINEMA. Quando i ragazzini, anzi le ragazzine, salvano il  mondo. A volte succede davvero. Nelle favole. Succede all'irrefrenabile adolescente Vaiana che è pronta a tutto pur di salvare il suo popolo, anche a imbarcarsi in una mission impossible in cui le capiterà di incontrare il potente semidio Maui, straordinario personaggio tirato fuori da una folla di leggende. Ecco a voi il nuovo cartoon Disney "Oceania", dal 22 dicembre nei cinema con cast all star per l'italica versione. Cominciando da Angela Finocchiaro, Nonna Tala, confidente di Vaiana, che confessa di «aver puntato i piedi per farlo, perché  ho amato subito questa donna anticonformista, un po' matta e bislacca, con grande senso dell' umorismo e spero di non aver rovinato tutto con la mia voce perché il dubbio mi è venuto» .E continuando con Raphael Gualazzi, «granchio egocentrico e vanitoso che vive nel regno dei mostri ricoprendosi di qualunque cosa scintillante capiti sottomano e che mi ha fatto divertire da morire ma anche sentire utile perché ho collaborato a un film che ci ricorda come dobbiamo rispettare la terra, l'ambiente e dei valori fondamentali», sino alla cantante Chiara Grispo che interpreta le canzoni di Vaiana («io ho cominciato a cantare grazie alla Disney, quindi era un sogno trovarmi dentro un cartone Disney»), a Rocco Hunt e a Sergio Sylvestre, entrambi emozionati come bambini perché «è un film che rimanda ai valori essenziali di sempre che sono valori da trasmettere alle generazioni di domani». La magia sta qui. Come dice la Finocchiaro, «nella semplicità delle cose importanti da scegliere, nel fatto che la Disney crea le sue donne, le sue eroine da sempre... altro che ruoli che mancano per le donne».

SILVIA DI PAOLA

Articoli Correlati

Un amore sopra le righeper una coppia agrodolce

Sbarca nelle sale il film di Nicolas Bedos e Doria Tillier: una galleria di personaggi davvero sorprendente

Con Bisio e Gassman Non c’è più religione

Un sindaco, un musulmano e una suora nel nuovo film di Luca Miniero

Tarantino: il mio non è un film politico

Il regista presenta a Roma “The Hateful Eight”: «Un po’ giallo, ma anche horror»