Ancora troppi pedoni investiti sui binari

  • FERROVIE

ROMA Meno incidenti, ma ancora un fenomeno drammatico: la mortalità dovuta all’errato comportamento dei pedoni. Attraversamento dei binari, soprattutto. Lo scrive, nero su bianco nel suo rapporto 2016, l’Autorità per la sicurezza ferroviaria. Nel 2015 le vittime di incidenti ferroviari sono state 83: 46 morti e 37 feriti gravi. Il dato è in contrazione: si tratta del 12% in meno rispetto al 2014. E la maggior parte degli investimenti avviene nelle Regioni dove passa l’Alta velocità.

"Tenere alta l'attenzione"

«I dati 2015 sono confortanti - ha detto il direttore dell’Ansf, Amedeo Gargiulo - ma non bisogna abbassare l’attenzione, tanto più che la nostra competenza è stata estesa anche alle linee interconnesse locali». Le linee regionali, quindi, quelle su cui c’è stato il tragico incidente di Andria proprio pochi mesi fa. E permane un “capitolo manutenzione”: si stima che è alla base di almeno il 28% del totale degli incidenti, quasi un terzo degli eventi totali. E resta sul tavolo il tema del dissesto idrogeologico: l’Agenzia ha chiesto al gestore una mappatura del rischio che non è ancora pronta: «Occorre riconsiderare le modalità con le quali oggi  si stabilisce che un treno possa circolare in presenza di fenomeni metereologici intensi», scrive l’Ansf.

STEFANIA DIVERTITO

Articoli Correlati

Eurocity italianoderaglia a Lucerna

Nell'incidente sono rimaste ferite sette persone, una carrozza si è appoggiata su un fianco

Pendolari contro stangatasu abbonamenti Alta velocità

Rivolta contro i rincari. I parlamentari del Pd chiamano in causa il ministro dei Trasporti

Per le stazioni cantieri da 41 milioni

I fondi serviranno per velocizzare le tratte e regolarizzare i collegamenti. L'investimento è cofinanziato da Regione e Rfi