Danièle Desnoyers sposa la danza all’elettroacustica

  • Torinodanza

TORINO Dieci interpreti sul palcoscenico si scatenano danzando in un pezzo dinamico e potente, accompagnati sulla scena dall’arpista Éveline Grégoire-Rousseau sulla musica di Nicolas Bernier. È questo il contesto visivo e sonoro che unirà danza, arpa e musica elettroacustica nello spettacolo “Paradoxe Mélodie” della coreografa canadese Danièle Desnoyers che, per la prima volta in Italia, verrà allestito domani sera, alle 20.45, e dopodomani alle 19.30, alle Fonderie Limone di Moncalieri per il festival Torinodanza 2016. 

L’arpa risveglierà memorie uditive e affettive che faranno venire voglia di aria e di leggerezza quasi celestiali in un’atmosfera puntata all’elevazione dei corpi e all’assenza di gravità.

E sarà la coreografa stessa a creare dissonanti contrasti divertendosi a deviare e giocando con palesi discordanze fra musica e movimento. Perché gli arpeggi si trasformeranno, a volte storpiati con delizioso sadismo, in dissonanze e contrasti che obbligheranno a modificare costantemente il gioco di tensione fra poli opposti, tra l’ordine e il caos, tra le pose ieratiche e movimenti  scomposti.

Ed ecco che, in un ambiente scarno e scuro, i dieci danzatori e danzatrici andranno a formare una microsocietà eterogenea in cui si cercheranno, si attireranno, si respingeranno alla ricerca di una identità individuale e di appartenenza, mentre il mondo andrà alla deriva.

Il risultato è uno spettacolo forte e magico in cui lo spettatore entrerà in un mondo paradossale dove sogno e veglia si confonderanno alla perfezione (Info: torinodanzafestival.it). 

ANTONIO GARBISA

 

Articoli Correlati

Collectif Petit Travers illumina la “Notte”

Nicolas Mathis, Julien Clement e Remi Darbois presentano il loro spettacolo in prima italiana

La Introdans reinterpreta le coreografie dei Maestri

Per Torinodanza di scena i quattro capolavori di van Manen, Childs, Kyliàn e Nacho Duato

Torinodanza, Alain Platel rievoca Gustav Mahler

Dal 23 settembre sul palco delle Fonderie Limone di Moncalieri la prima dell’artista con la sua compagnia