Ecco perché Metro non scriverà più del GFV

  • GRANDE FRATELLO VIP

TV LUNEDì andrà in onda la terza puntata del Grande Fratello Vip su Canale 5. E, lo diciamo subito, questa sarà l’ultima volta che leggerete un pezzo sul GFV su questo giornale. Metro ha preso tale decisione in seguito alla scelta della casa  di produzione Endemol, avallata dalla Rete, di trasmettere un colloquio privato registrato tra i concorrenti Stefano Bettarini e Clemente Russo nel quale l’ex calciatore, dopo aver svelato il tradimento della sua allora moglie Simona Ventura, faceva i nomi di donne note con le quali aveva avuto un flirt. 

Dal canto suo, l’ex olimpionico, che già aveva espresso giudizi omofobi su un altro concorrente gay, aveva ribattuto che un uomo dovrebbe “lasciare lì morta” la compagna infedele.

Sulla statura umana dei due soggetti, sulla loro concezione della donna e della diversità, non commentiamo. Sulla scelta di mandare in onda una tale conversazione,  crediamo di poter dire la nostra: in un Paese che registra uno dei tassi di femminicidio più alti d’Europa e dove l’omofobia è un problema oggettivo, chi fa tv dovrebbe sapere di avere gigantesche responsabilità. 

Non invochiamo la censura, tuttavia certi contenuti profondamente sbagliati dovrebbero essere contestualizzati,  spiegati e rispediti al mittente. Il GFV non ha scelto questa strada per fame di ascolti. Ma la decisione di pescare nel torbido ha - o dovrebbe avere –  delle conseguenze perché anche il peggio deve avere un limite.
ANDREA SPARACIARI

Articoli Correlati
GRANDE FRATELLO VIP

Il Gf punta sui vip per provare a sopravvivere

Al via su Canale 5 l'edizione con "i famosi". Nel cast anche Marini, Bettarini, Prati e Costatino Vitagliano