Skoda, più cuore e meno tecnologia

  • Auto

AUTO Nuovi prodotti e nuova struttura distributiva per la Skoda in Italia, ma non solo. «Dobbiamo far sì che chi compra una Skoda non sia costretto poi al bar con gli amici a spiegare perché l’ha comprata». A spiegarlo è il ceo di Skoda in Italia Francesco Cimmino, mettendo però il dito nella piaga. La razionalità dell’acquisto per molti italiani non è ragione sufficiente. E la marca ceca, per quanto sia cresciuta enormemente in tema di qualità percepita, di raffinatezza, di design, fatica ancora a toccare le corde dell’emozione. Ora ci prova con uno spot che ha il pregio di sollevare, con un messaggio un pò controcorrente, una questione di fondo tutt’altro che banale: guai se la digitalizzazione si impossessa delle nostre vite. «Non siamo contro la tecnologia che anzi informa sempre di più anche i nostri processi di vendita e la dotazione delle nostre auto, ma vogliamo richiamare l’attenzione del pubblico sull’abuso che a volte se ne fa» aggiunge Cimmino. A tale abuso lo spot Skoda contrappone valori di sostanza e il recupero dell’umanità nei più tradizionali rapporti più diretti. Un messaggio che potrebbe sedurre i cinquantenni, ma sarà altrettanto efficace con i giovani? «Ci siamo informati - risponde Cimmino - e la fascia di età tra i 25 e 55 anni inizia a manifestare fastidio per determinati eccessi. Ed è la fascia a cui vogliamo parlare. Perché è quella cui proveremo ad offrire in futuro le nostre auto».
C.CA.

 

Articoli Correlati

Toyota, la novitàsi chiama Proace Verso

La nuovo Proace riproposta nel “model year 2018” è equipaggiata con un'inedita motorizzazione diesel sovralimentata di 1.500 cc da 120 CV

Care by Volvoun successo annunciato

Alla Volvo si studia il successo del programma di abbonamento offerto per la prima volta l’anno scorso per il crossover compatto XC40

Citroen, per i cento annitorna la due cavalli

Sarà nelle intenzioni la base di un modello altrettanto economico ed elettrico che mostrerà un "nuovo sistema di mobilità"