Lo sloveno Ceferin nuovo boss della Uefa

  • Uefa

CALCIO Aleksander Ceferin è il nuovo presidente della Uefa. Il dirigente sloveno, 49 anni il prossimo 13 ottobre, è stato eletto nel corso del Congresso Uefa di Atene con 42 voti su 55, battendo la concorrenza dell'olandese Michael Van Praag, che ha ottenuto invece 13 preferenze. Ceferin, sostenuto anche dalla Figc, succede a Michel Platini, che era stato confermato per la terza volta alla guida del calcio europeo nel marzo 2015 e poi costretto alle dimissioni nel maggio scorso, dopo che anche il Tas ha confermato la sua squalifica (inizialmente di otto anni e poi ridotta prima a sei e quindi a quattro anni) per la storia dei due milioni di franchi svizzeri ricevuti dall'allora presidente Fifa Blatter nel 2011 ma per una consulenza svolta fra il '98 e il 2002. Il Congresso di Atene ha segnato anche il ritorno dell'Italia nel board del calcio mondiale: la manager torinese Evelina Christillin è stata eletta per acclamazione come membro aggiuntivo della Uefa nel Consiglio della Fifa.

I “poteri forti”
Ceferin, una volta eletto, ha rivolto un ringraziamento speciale proprio alla Figc di Carlo Tavecchio, che lo ha sostenuto fervidamente. E, a proposito delle voci secondo le quali lui sarebbe l'uomo dei "poteri forti", ha voluto commentare così: "Un giorno sono il burattino di Infantino, il giorno dopo il burattino di Platini e il terzo giorno il burattino russo. E’ chiaro che la gente ha un problema e non riesce a capire che sono indipendente". In particolare, Ceferin definisce "un’invenzione della stampa" le voci secondo cui sarebbe stato in primis il presidente della Fifa, Gianni Infantino, a sponsorizzare la sua elezione. "Se volete chiedermi se mi ha appoggiato, posso rispondervi che lo spero. Ma non so nulla di più. Se l’ex segretario generale della Uefa crede che io possa essere la persona giusta per questo incarico, forse vuol dire che conosce l'organizzazione. Ma non c'è stato nessun appoggio ufficiale da parte di Infantino".

METRO

 

Articoli Correlati

Milan, stangata Uefaresta fuori dalle coppe europee

Lo ha stabilito la camera giudicante dell’Organo di Controllo Finanziario per Club (CFCB) dell’Uefa per la violazione delle norme del fair play finanziario

Fair play finanziariol’Uefa studia nuove regole

Nuove norme saranno introdotte nella prossima stagione 2018-2019 per migliorare la sostenibilità del sistema e non solo