Motori diesel Opel dalle auto alle imbarcazioni

  • Nautica

NAUTICA Direttamente da sotto al cofano di una Zafira, ma anche della Insignia o della Cascada alla poppa di una barca ad elevate prestazioni. Il motore 2000 turbodiesel di Opel è stato adottato dalla Cimco Marine AB, un’azienda svedese specializzata in imbarcazioni come motoscafi o gommoni. Il motore, prodotto nella fabbrica Opel di Kaiserslautern in Germania, è stato opportunamente modificato per adattarsi all'ambiente marino: dotato di un sistema a carter secco per garantire la disponibilità di olio in ogni situazione, anche quando il mare è mosso, oltre che di una trasmissione a cinghia speciale e di un sistema di raffreddamento a circuito chiuso, è un quattro cilindri che eroga 200 CV a 4.100 giri, con una coppia massima di 400 Nm a 2.500 giri. OXE, così si chiama la versione da diporto, è stato scelto dalla Cimco Marine AB dopo dei test di valutazione, perché ritenuto robusto e di facile manutenzione. E’ noto che i motori delle barche sono sottoposti ad un notevole stress, perché girano al massimo per la maggior parte del tempo d’impiego. Perciò l'OXE deve essere controllato ogni 200 ore di impiego e revisionato ogni 2.000. Il motore Opel in versione marina consuma 43 litri l’ora, una quantità di carburante inferiore del 42% rispetto a un analogo fuoribordo moderno a due tempi che, infatti, ne richiede 73. Il motore turbodiesel, inoltre, aumenta notevolmente l’autonomia delle barche veloci progettate, ad esempio, per la pesca d’altura, le missioni di salvataggio o gli allevamenti ittici nelle acque costiere. Uno dei primi scafi di OXE, non a caso, è stato impiegato per la prima volta in un grande allevamento di salmoni scozzese.

C.CA.