Bollette luce e gas Sospesi gli aumenti

  • Energia

MILANO.  Il Tar della Lombardia ha accolto il ricorso presentato dal Codacons contro i rincari tariffari di luce e gas scattati lo scorso 1 luglio. Alla base del ricorso, c’era il fatto che l’aumento dei prezzi, secondo l’Autorità per l’energia, erano dovuti a speculazioni da parte dei grossisti. Per i giudici amministrativi, presieduti da Mario Mosconi, i rincari, se sono illegittimi, costituiscono infatti «un immanente danno grave ed irreparabile soprattutto per la vastissima platea che compone i singoli utenti finali (per lo più famiglie ed utenti non gestori di attività produttive, percettori di bassi redditi)» e se invece sono legittimi «potranno essere agevolmente recuperati nell’ambito degli ulteriori sistemi di fatturazione». Il Tar «accoglie» il ricorso dell’associazione e «manda la trattazione» alla camera di consiglio del 15 settembre 2016. «Ora grazie al Codacons 30 milioni di italiani riceveranno la prossima bolletta della luce e del gas ribassata e senza aumenti»  spiega il presidente Carlo Rienzi.

Codacons: class action

Dopo la decisione del Tar della Lombardia che ha sospeso gli aumenti tariffari di luce e gas, il Codacons invita i 30 milioni di utenti italiani dell’energia ad aderire alla class action avviata dall’associazione. Il Codacons ha  depositato un esposto presso le Procure di Roma e Milano e ha avviato una azione collettiva attraverso la quale gli utenti possono costituirsi parte offesa e far valere i propri diritti. Le info per aderire sul sito www.codacons.it.

METRO

Articoli Correlati

Gas e luce, dal 1 gennaiobollette in aumento del 5%

L'Autorità dell'Energia e l'aggiornamento delle condizioni economiche

Austria, l'esplosioneinfiamma i prezzi del gas

Annunciato nella notte il ripristino dei flussi dalla Russia. Prevedibili conseguenze negative sulle tariffe

Torna M'illumino di menoma sprechiamo ancora molto

Venerdì torna “M’illumino di meno”, storico appuntamento sul risparmio energetico. Ma in Italia la strada da fare è molta