Bollette luce e gas Sospesi gli aumenti

  • Energia

MILANO.  Il Tar della Lombardia ha accolto il ricorso presentato dal Codacons contro i rincari tariffari di luce e gas scattati lo scorso 1 luglio. Alla base del ricorso, c’era il fatto che l’aumento dei prezzi, secondo l’Autorità per l’energia, erano dovuti a speculazioni da parte dei grossisti. Per i giudici amministrativi, presieduti da Mario Mosconi, i rincari, se sono illegittimi, costituiscono infatti «un immanente danno grave ed irreparabile soprattutto per la vastissima platea che compone i singoli utenti finali (per lo più famiglie ed utenti non gestori di attività produttive, percettori di bassi redditi)» e se invece sono legittimi «potranno essere agevolmente recuperati nell’ambito degli ulteriori sistemi di fatturazione». Il Tar «accoglie» il ricorso dell’associazione e «manda la trattazione» alla camera di consiglio del 15 settembre 2016. «Ora grazie al Codacons 30 milioni di italiani riceveranno la prossima bolletta della luce e del gas ribassata e senza aumenti»  spiega il presidente Carlo Rienzi.

Codacons: class action

Dopo la decisione del Tar della Lombardia che ha sospeso gli aumenti tariffari di luce e gas, il Codacons invita i 30 milioni di utenti italiani dell’energia ad aderire alla class action avviata dall’associazione. Il Codacons ha  depositato un esposto presso le Procure di Roma e Milano e ha avviato una azione collettiva attraverso la quale gli utenti possono costituirsi parte offesa e far valere i propri diritti. Le info per aderire sul sito www.codacons.it.

METRO

Articoli Correlati

Renco, un progettodi centrale in Armenia

La centrale, nei pressi della capitale Yerevan, è basata sulle ultime e più avanzate tecnologie

"Energia negli edifici,cambiare la prospettiva"

Aicarr: "Chi occupa l'edificio deve essere considerato un soggetto attivo"

Acea entra nel gasattraverso Pescara

Accordo per l’acquisizione del 51% del capitale nella società Pescara Distribuzione Gas