Startupper reinventa sedia a rotelle tecno

  • wwworkers.it

Wwworkers è la community dei lavoratori della rete, dipendenti o imprenditori che operano con le nuove tecnologie. In Italia sono già 700mila, e ora si raccontano online su wwworkers.it e ogni martedì su Metro.
La vita di Paolo Badano, savonese, 47 anni, è fatta di un prima e di un dopo. E in mezzo un incidente stradale avvenuto ventuno anni fa. Ma in quel dopo c’è un’intuizione rivoluzionaria. Perché quella di Paolo è una storia imprenditoriale, ma anche una lezione di vita.
«Prima facevo l’artigiano edile, lavoravo con le mani. Poi lo stop forzato. Ma dopo quindici anni trascorsi a  spingere una sedia a rotelle coraggiosamente ho ripreso la libertà», precisa Paolo. Ecco, quella libertà è in Genny, strumento tecnologico su due ruote che Paolo ha personalizzato, una biga che ha reinventato il senso della carrozzina: segue il moto umano ed è come tornare a camminare, perché di fatto si liberano le mani. «Così ho ripreso per mano la mia compagna. Perché la disabilità la prima cosa che ti leva è il contatto umano».
Genny come inclusione, perché integra design e nuove tecnologie. “In equilibrio su due ruote riesci ad oltrepassare la barriera tra normalità e disabilità. Sono perfino tornato in spiaggia”, racconta Paolo, che ha brevettato la seduta e il sistema di stazionamento. Sul resto ci sono 180 brevetti americani, ma lui resta l’unico licenziatario per il mondo. A Lugano c'è la fabbrica dove Genny viene prodotta in 500 pezzi ogni anno ed esportata in quindici Paesi nel mondo, mentre gli show room sono a Milano, Roma, Ancona e Savona.

 

GIAMPAOLO COLLETTI
@gpcolletti

 

Articoli Correlati

Dal cielo alla terraI piloti diventati contadini

La storia di Mauro Glave e Carlo Mancinelli

Il gelatiere che vendeonline grazie al ghiaccio secco

La storia di Paolo Santoprete raccontata su wwworkers.it e su Metro